L’Anpi di Luino e il Giorno della Memoria

Due proposte per ricordare: “Memoria da coltivare per trasferirla alle nuove generazioni“

Generica 2020

L’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), sezione di Luino, anche quest’anno, nonostante l’attuale emergenza sanitaria renda difficili le iniziative di commemorazione della Giornata della Memoria, vuole comunque contribuire ad un momento di riflessione sul significato della giornata.

L’Articolo 1 della legge n. 211 del 20 luglio 2000 dichiara:
«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»

L’Anpi ritiene che si debba avere memoria della tragedia dell’olocausto e che bisogna coltivare quella memoria per trasferirla alle nuove generazioni. Ciò è di fondamentale importanza, perché, se non si ricorda il passato, si rischia di ripeterlo.

Negli ultimi tempi sempre più spesso assistiamo in tutto il mondo ad episodi di antisemitismo, odio e intolleranza verso chi è diverso; ora più che mai la memoria assume una rilevanza fondamentale, un dovere.

È proprio la memoria di quella che è stata la criminale follia nazista e l’immenso dolore e sofferenza che ha causato, che ci deve far tenere sempre alta l’attenzione nel far prevalere i valori di libertà, di giustizia ed uguaglianza dei popoli.

Per evitare il ripetersi di simili tragedie è quanto mai indispensabile combattere, nella stessa misura, sia il fenomeno della crudeltà umana, quando si manifesta, sia l’indifferenza che è una delle debolezze umane più gravi.

Per il Giorno della Memoria L’Anpi di Luino presenta ai cittadini luinesi, agli insegnati ed ai loro studenti, due proposte:

La prima proposta è visitare la pagina Facebook dell’”Ufficio cultura di Luino” ove l’Anpi consiglia il video sui “Ragazzi di Villa Emma”, un documentario sulla storia di una quarantina giovani e bambini ebrei che, nel settembre del 1943, da Nonantola (Modena), raggiunsero clandestinamente la libera Svizzera, attraversando il fiume Tresa nei pressi di Cremenaga.

Sempre sul sito del Comune di Luino, “Ufficio cultura di Luino” si invita anche a vedere il video di letture, sempre sull’argomento della Giornata della Memoria, offerte dal bravo Gruppo teatrale “Noi dell’Agenzia di Viaggi”, registrate nei locali del Palazzo Verbania.

La seconda proposta è di seguire, martedì 26 gennaio alle ore 21.00, l’incontro in diretta Facebook tra la nostra presidente provinciale ANPI, Ester De Tomasi e il prof di storia contemporanea dell’Università degli studi dell’Insubria, Antonio Maria Orecchia.

Nella diretta sarà principalmente rievocata la figura di Sergio De Tomasi, padre della Presidente Anpi provinciale, eroe della battaglia del San Martino (novembre 1943) e, successivamente deportato nel campo di sterminio di Mauthausen. Ecco le indicazioni: martedì 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.