In Lombardia dodicimila letti ospedalieri per gestire la seconda ondata di Covid

L'assessorato al Welfare ha fornito i dati sulla gestione ospedaliera della malattia. Il mese di novembre è stato il più impegnativo

Varese - terapia intensiva Covid - foto di Maurizio Borserini

Sono stati fino a 10.800 i letti per pazienti Covid disponibili negli ospedali Lombardi. La direzione generale dell’assessorato al Welfare ha fornito una fotografia dell’andamento circa l’occupazione che ha rasentato la saturazione fino alla seconda decade di novembre per poi cominciare a calare in termini di ricoveri ma anche di postazioni riservate sino ad arrivare ai 5302 posti di oggi, occupati da 4659 pazienti totali.

TERAPIA INTENSIVA

Dal calcolo sono esclusi i posti di Terapia intensiva che, comunque, hanno seguito lo stesso andamento: 1194 le postazioni di cura ad alta intensità che sono state occupate per la quasi totalità nei primi 20 giorni di novembre mentre dalla settimana del 23 si è raggiunto l’apice con il conseguente calo della curva e uno scollamento tra disponibilità e occupazione sempre più ampio: oggi dei 560 letti a disposizione ne sono occupati 451. 

ATS INSUBRIA

Nell’area gestita da Ats Insubria, a cui afferiscono le aziende ospedaliere di Varese, Busto Arsizio e Como, i piani di ampliamento dei letti per la gestione dell’emeregenza prevedevano una fase 1 con 186 posti, che saliva progressivamente sino al livello 3 di 815 letti, il livello 4A con 11224, implementato sino a 1307 nel livello 4B con il massimo di 1539 posti esclusivamente dedicati al Covid nella fase di massima emergenza.

L’azienda ospedaliera Sette Laghi ha dato assistenza 2759 pazienti dal 12 ottobre scorso, mentre la Valle Olona ne aveva curati oltre 920 fino al 31 dicembre scorso.

In Lombardia, dopo l’area metropolitana di Milano e quella di Brescia, è stata proprio Ats Insubria a dover prevedere la capacità di accoglienza maggiore per i letti di degenza. Diversa è stata invece la pressione sulle terapie intensive con un livello iniziale di 28 posti, cresciuti progressivamente  a 66, 95, e 125 nel picco.
Molto più impegnativo è stato lo sforzo di Bergamo con  Milano con 535 letti, Bergano con 182 letti, Brescia con 159 e Monza con 127.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.