Pellicini: “Con Norma Cossetto viene completato un percorso della memoria”

L'intervento dell'ex sindaco di Luino a commento della richiesta di porre la targa di intitolazione del parco a lago a Norma Cossetto

andrea pellicini

«Ringrazio il Sindaco Enrico Bianchi e la sua maggioranza per aver accolto la mia richiesta di porre la targa di intitolazione del parco a lago a Norma Cossetto». Queste le parole dell’ex sindaco di Luino, Andrea Pellicini, oggi consigliere di minoranza.

«Il 10 febbraio, Giorno del Ricordo, è prevista la cerimonia con la relativa posa. Il dibattito in consiglio comunale è servito a chiarire il valore universale della scelta di intitolare questo bellissimo luogo pubblico ad una giovane ragazza, che fu violentata e infoibata dalle truppe di Tito per l’unica colpa di essere Italiana. Le Foibe sono state una tragedia non solo dell’Istria, della Venezia Giulia e della Dalmazia, ma rappresentano una lacerante ferita italiana, nascosta per almeno quarant’anni a causa dell’opportunismo della politica. Con Norma Cossetto, viene completato un percorso della memoria iniziato con le intitolazioni ad Armando Chirola, giovane ufficiale luinese caduto a Cafalonia, e a Guido Fontebuoni, perito nell’affondamento del sommergibile Scire’. Tutti giovani ventenni che vanno ricordati, in quanto le loro vite stroncate fanno parte del nostro patrimonio storico e della nostra identità luinese e italiana. Va riconosciuto a Caterina Franzetti il merito di questa importante iniziativa, con la quale per la prima volta viene intitolato ad una donna un luogo pubblico nella nostra città».

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.