Approvato in commissione il regolamento per il benessere degli animali

Sta per arrivare a conclusione il percorso del regolamento, che apre i negozi agli animali e rende la vita difficile ai circhi

Ruben - Cane Travedona

Sta per arrivare a conclusione l’accidentato percorso del regolamento per il benessere degli animali, a cui l’assessorato all’ambiente sta lavorando da diversi anni.

E’ del 2018 infatti l’approvazione del regolamento da parte della Giunta, poi rimasto “in stand by”per diversi motivi, covid compreso, tanto da richiedere da parte del presidente della commissione, Paolo Cipolat, un richiamo in occasione dell’approvazione in consiglio comunale del regolamento del verde, nel marzo scorso.

Ora il corposo documento – tanto corposo da non essere nemmeno spiegabile in una sola seduta nei suoi particolari – è finalmente arrivato a votazione: secondo le anticipazioni dell’assessore Dino De Simone la logica generale del regolamento è l’integrazione in città del rapporto uomo-animale: una logica declinata attraverso diverse possibilità come poter far entrare gli animali da compagnia nei negozi o sui mezzi pubblici, o l'”antipatia” per i circhi con animali a favore dei circhi moderni. In generale però non si tratta di veri obblighi o divieti in questo caso, quanto piuttosto di “linee guida” che i cittadini possono accogliere o no.

Il dibattito ha compreso l’eccessiva dimensione del regolamento, che non aiuta certo la semplificazione (Binelli, Longhini e Ballerio) e alcuni particolari di non poco conto: come la mancata regolamentazione di cinghiali e cormorani, animali che sono entrati prepotentemente negli ultimi anni nell’habitat della città (Ballerio) e il divieto di utilizzare animali per accattonaggio, che viene vista come un elemento di ambiguità (Longhini).

Alla fine la votazione ha deto esito positivo, ma a maggioranza: nessuno ha votato contro, ma parere favorevole è stato dato solo dalla maggioranza – PD, progetto concittadino e lista Galimberti – mentre si sono astenuti tutti i membri di minoranza, a cui si è aggiunta Varese 2.0.

Il prossimo, ed ultimo, passaggio per il regolamento sarà l’approvazione in consiglio comunale.

 

 

 

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.