Le vedette in mimetica contro chi scarica rifiuti

I boschi intorno alla piattaforma ecologica comunale sono ripuliti e "vegliati" dagli appassionati di soft-air. Una presenza che sta dando buoni risultati, almeno come deterrente

Uomini e donne in mimetica, schierati a difesa dei boschi e della discarica comunale. Uno scenario anomalo, ma non c’è nessun guerra nè nessuna azione paramilitare: gli uomini e donne in mimetica sono appassionati di soft-air, la "guerra simulata" con armi ad aria compressa che sparano pallini innocui. Gli appassionati sono i soci della Prime Division Asd, che a Samarate ha stretto un accordo con il Comune per l’utilizzo di un’area di bosco nei pressi della piattaforma ecologica comunale: il Comune fornisce il "campo da gioco", i ragazzi in mimetica lo tengono pulito da rifiuti abbandonati e offrono – almeno nel weekend – una sorta di presidio che tenga lontani gli incivili che scaricano rifiuti di casa o anche da cantieri edili. «Tutte le domeniche mattina c’è una battaglia soft-air, poi ci alterniamo in squadre per la pulizia» spiega Valentina Colleo, socia fondatrice del gruppo. Le pulizie vengono fatte da piccoli gruppi e comunque assicurano un ulteriore presidio, perché la presenza di persone non passa inosservata, considerato che la discarica comunale si trova in una zona boscosa abbastanza isolata. I volontari di Prime Division si fanno vedere in zona, segnalano eventuali scarichi abusivi di rifiuti, mentre ovviamente non possono intervenire in prima persona: «Facciamo solo notare la nostra presenza per evitare lo scarico abusivo». «Obiettivamente in quella zona la loro presenza funziona molto come deterrente» dice il sindaco Leonardo Tarantino, che ammette però che le segnalazioni su persone che scaricavano non hanno avuto un seguito per quanto riguarda eventuali sanzioni. Quelli della Prime Division hanno trovato spesso sacchi di spazzatura, lavatrici e altri elettrodomestici, lastre di Eternit (che devono essere smaliti poi con le necessarie procedure), ma anche qualche ritrovamento più macabro, come un sacco con i corpi di cuccioli uccisi. L’effetto-presidio però funziona e così l’esperimento potrebbe allargarsi, anche coinvolgendo altri gruppi: «Altri cittadini hanno segnalato la disponibilità a mettere a disposizione terreni boschivi di loro proprietà. L’interesse ci sarebbe» conferma ancora il sindaco Tarantino, che a fine febbraio ha rinnovato (per tre anni) l’accordo con la Prime Division, che di recente ha collaborato anche a organizzare iniziative che attraversavano i boschi. Per il resto, l’attività dell’associazione – presieduta da Federico Cipolletta – continua ogni domenica: si ritrovano "armati" sul terreno, per le partite le cui date sono comunicate anche dalle forze dell’ordine. Le armi ad aria compressa «non sparano mai vernice, ma pallini di plastica biodegradabile».

Galleria fotografica

Mimetiche contro chi scarica rifiuti nei boschi 4 di 14
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Mimetiche contro chi scarica rifiuti nei boschi 4 di 14

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore