Quando il vino “dona” la vita

Torna domenica 28 febbraio a Villa Bossi l'asta per raccogliere fondi per il Comitato Stefano Verri e la lotta alla leucemia. 400 bottiglie all'incanto, tra vini d'antiquariato e bottiglie giovani da invecchiare

Villa bossi bodio lomnago varie

Un sommelier, non uno qualunque il “migliore del mondo nel 2013” che fa il banditore d’asta di vini in una villa d’epoca. Sembra la scena di un film e sicuramente non è evento comune. Di straordinario, tra l’altro, c’è che tutto il ricavato dell’asta benefica andrà al Comitato Stefano Verri per lo studio e la cura della leucemia.

“Il vino per la vita” è giunto ormai alla settima edizione e si terrà domenica 28 febbraio a villa Bossi a Bodio Lomnago.

Banditori d’incanto Luca Martini migliore sommelier del mondo 2013 e  Pierre Ley critico gastronomico.

Il vino deve essere anche uno strumento che avvicina l’anima al cuore – dice Luca Martini – Di questo sono convinto ed è per questa ragione che presto la mia esperienza per alcune iniziative benefiche. Chi partecipa a quest’asta lo fa con molta consapevolezza: sono persone appassionate di vini, veri intenditori, ma sono ancora più contenti di contendersi una bottiglia, e spendere qualche soldo in più, perché sanno che il denaro andrà ad una buona causa”

L’esposizione dei vini sarà dalle dalle 10 alle 16 e l’ incanto, sempre  domenica 28 febbraio, alle 16,  a villa Bossi una sede prestigiosa, antica residenza sede di Bizzi Strumenti Storici, leader mondiale nella costruzione di clavicembali e fortepiano.

Le bottiglie di vino, 400 in tutto, saranno poste all’incanto in piccoli lotti divisi in due sezioni: antiquariato e collezione e giovani da bere.

La prima sezione prevede l’incanto di bottiglie da conservare a ricordo di un evento importante della vita come il proprio anno di nascita il proprio matrimonio o la nascita di un figlio; bottiglie preziose da stappare in solitaria meditazione o con gli amici più cari come il Brunello di Montalcino di Biondi Santi 1964 Ricolmato o il Barolo riserva della Castellana di Marchesi di Barolo 1974.

Nella seconda sezione giovani da bere, saranno battute all’asta vini giovani da bere o invecchiare donate da prestigiosi produttori italiani di Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Venezia Giuli,a Emilia-Romagna, Toscana, Abruzzo, Basilicata, Sicilia.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.