Orchestra e Coro Sinfonico Amadeus, un successo a Castellanza

Il tradizionale Concerto dei Vespri, tenutosi domenica 20 marzo alle ore 16 presso la Chiesa S.Giulio di Castellanza, è stato dedicato quest’anno al grande Giubileo della Misericordia voluto da papa Francesco

varie

“Canteremo in eterno la tua misericordia”, un altro successo dell’Orchestra e Coro Sinfonico Amadeus nella  Stagione Itinerari Musicali sostenuta dalla Fondazione Comunitaria de Varesotto Onlus.

Il tradizionale Concerto dei Vespri, tenutosi domenica 20 marzo alle ore 16 presso la Chiesa S.Giulio di Castellanza, è stato dedicato quest’anno al grande Giubileo della Misericordia voluto da papa Francesco.

Organizzato dalla Parrocchia San Giulio e sostenuto dal Comune di Castellanza e dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus nell’ambito della stagione Itinerari Musicali, il concerto ha costituito il culmine di un cammino spirituale che ha abbracciato tutti i fedeli delle parrocchie del decanato nel periodo quaresimale, fruendo anche del patrocinio della Provincia di Varese. Un cammino voluto da Don Valter Magni, neo parroco di Castellanza, dal titolo “Canteremo in eterno la tua misericordia” che ha visto il succedersi di una serie di seminari tenuti nelle scorse settimane, in cui il tema del giubileo è stato approfondito nei suoi molteplici aspetti da grandi relatori ed il cui culmine è stato appunto il grande concerto della domenica delle Palme. Un evento straordinario introdotto dagli interventi di Don Valter Magni sul tema del giubileo della misericordia e dal presidente della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Ing. Luca Galli che ha sottolineato l’impegno profuso della Fondazione nel sostenere la solidarietà sociale e le attività culturali sul territorio. L’Orchestra ed il Coro Sinfonico AMADEUS con il soprano Maria Blasi, diretti dal Maestro Marco Raimondi, hanno interpreto alcuni classici di sempre sul tema della misericordia divina nel pensiero di compositori immortali.

Il programma, particolarmente impegnativo e di grande spessore musicale, ha visto l’esecuzione di alcune pagine dai Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart e Giuseppe Verdi oltre che dagli Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi e Gioachino Rossini. Melodie eterne che sono state eseguite con una grande accuratezza nel fraseggio e nei dettagli alla quale orchestra e coro Amadeus hanno ormai da tempo abituato il suo pubblico. La sapiente scelta dei brani e la grande personalità interpretativa del maestro Raimondi, unite alle notevoli qualità vocali e drammatiche di Maria Blasi hanno saputo trasmettere al pubblico che gremiva la chiesa la straordinaria dimensione di musiche che travalicano ormai il senso del tempo e della storia e che sono state introdotte all’ascolto da alcuni passi di grandi poeti, interpretati dal prof. Eugenio Pagani. “Un concerto ancora una volta eccezionale, come ormai ha saputo fare Amadeus da dieci anni a questa parte”, ha voluto sottolineare alla fine del concerto l’assessore alla cultura Fabrizio Giachi, “che ci ha consentito di vivere il grande momento del giubileo della misericordia nel suo significato più profondo, all’insegna della cultura e della fede”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore