L’assessore Lonardoni: “Non sono coinvolto nelle indagini”

L'assessore saronnese ha rilasciato una nota in cui spiega la propria posizione rispetto alle indagini che hanno portato all'arresto del figlio per corruzione

I candidati sindaco di Saronno 2015

«Con riferimento all’indagine che ha occupato le pagine dei giornali nelle scorse settimane posso solo dire che mi rammarica che, pure essendo io totalmente estraneo all’indagine, venga sfruttata a livello mediatico la notorietà che mi ha portato prima il mio ruolo all’interno di Ferrovie Nord ed in tempi più recenti la candidatura a sindaco e l’attuale incarico che ricopro». Con queste parole l’assessore di Saronno, Dario Lonardoni, commenta la pubblicazione di alcune intercettazioni, da parte di Repubblica.it, che lo citavano all’interno dell’indagine che vede coinvolto proprio il figlio di Lonardoni, dirigente di Ferrovie Nord, arrestato nelle scorse settimane con l’accusa di corruzione.

«All’epoca dei fatti cui si riferisce l’indagine non ricoprivo più alcun incarico all’interno di Ferrovie Nord e quindi non sono neppure in grado di farmi un’idea di cosa sia accaduto – spiega l’assessore -. Le notizie apparse giovedì 27 ottobre su alcune testate giornalistiche che fanno riferimento ad intercettazioni in cui viene fatto il mio nome sono frutto di un refuso. Posso immaginare che la presenza del cognome Lonardoni tra gli indagati possa aver inizialmente fatto ricondurre le notizie alla mia persona ma l’indagine della Procura di Milano ha escluso qualsiasi mio coinvolgimento».

Manuel Sgarella
manuel.sgarella@varesenews.it

 

Raccontiamo storie. Lo facciamo con passione, ascoltando le persone e le loro necessità. Cerchiamo sempre un confronto per poter crescere. Per farlo insieme a noi, abbonati a VareseNews. 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    I primi a colpevolizzare i primi a tirarsi fuori. Io ci posso credere che lei non sapesse nulla.
    Quello anomalo è che guarda caso suo figlio è arrivato ad occupare quella posizione. Un caso? Meritocrazia? O che altro?

    Il problema è che voi le classiche gavette non le fate mai.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.