Un gioiello di storia locale, arriva il “Taccuin de Cüvi”

Quest’anno il tema sarà: “Famiglie e personaggi famosi”. Sabato 17 la presentazione con serata musicale premiazione degli studenti meritevoli

Avarie

Le storie delle famiglie della valle, che si sono distinte in passato nei mestieri e nelle opere che hanno portato il nome dei paesi della Valcuvia a spasso per il mondo intero.

Come il caso degli organi Mascioni, di Azzio, che si trovano nelle chiese di tutti i continenti. Ma è solo un esempio. Perché quello che si potrà trovare sfogliando la 18° edizione del “Taccuin de Cuvi” è molto più di un calendario, ma vera e propria opera di ricerca storica e culturale resa possibile dalla passione di Giorgio Roncari e Graziano Tenconi.

Da sabato 17 dicembre il Taccuin sarà disponibile per tutti, sostenuto come sempre dall’attivissima Pro Loco di Cuvio e con il patrocinio della Filarmonica cuviese.

La curiosità maggiore la destano come sempre le corpose pagine di conoscenze storiche, redatte da Giorgio Roncari grazie a impegnative ricerche, a testimonianze di concittadini più anziani e al contributo di persone competenti. Notizie che, accompagnate da inedite illustrazioni gentilmente prestate, raccontano le vicende vissute anche in tempi abbastanza lontani dagli avi di queste terre.
Anticamente una borgata era come una piccola patria ognuna gelosa delle proprie autonomie e peculiarità, microcosmi dove si sono sviluppate casate che sono rimaste stanziali ed immutate per secoli.

Fino agli ultimi anni ‘60 e primi ’70,del secolo scorso, bastava infatti presentarsi con la “parentela” ovvero il cognome e già era chiaro il paese di provenienza: “Cume te se ciamet ?” ”…” “Alora te se de…”.
Le cose sono un po’ cambiate negli ultimi decenni, soprattutto per i vari flussi migratori che hanno portato nei nostri borghi, durante i due dopo guerra e negli anni sessanta, numerose famiglie da ogni parte d’Italia.

Con lo scorrere dei mesi si potranno conoscere le origini delle famiglie di tradizione valcuviana che, in ogni epoca hanno dato natali a personaggi distintisi per ingegno e capacità, non solo in valle ma anche in Italia e nel mondo.

Oltre alle famiglie, sarà anche possibile scoprire alcuni personaggi sconosciuti a buona parte della popolazione: dalla suora partigiana all’eclettico musicista a professori,ingegneri e religiosi, che seppure non appartenenti alle rinomate famiglie, nativi della Valcuvia, sono in seguito diventati famosi grazie a vicende particolari o a grandi successi professionali.

«L’almanacco Cuviese continua da diciotto anni la sua pubblicazione – spiegano gli autori – , grazie al sostanzioso contributo di sponsor, di gruppi associativi come Comitato Feste Vergobbio e Centro Anziani “La Primavera” di Cuveglio, delle popolazioni di Cavona e Duno e di numerosissimi privati portando a tutti emozioni ed entusiasmo non solo nei nostri paesi, ma anche in alcune nazioni europee e addirittura oltreoceano, in paesi come Canada, Argentina e Australia, dove i nostri paesani, lì emigrati, rivivono con affetto e nostalgia le vicende storiche della valle».

La presentazione ufficiale del nuovo calendario intitolato: “Famiglie illustri e personaggi famosi” si terrà sabato 17 dicembre, con inizio alle ore 21, presso la Palestra delle Scuole Elementari di Cuvio, in una serata di alto livello culturale, durante la quale la Filarmonica Cuviese si esibirà nel tradizionale concerto di Santa Cecilia e saranno anche consegnate, da parte dell’Amministrazione comunale di Cuvio, le borse di studio alla memoria del Comm. Giovanni Pancera: concorso riservato agli studenti frequentanti le scuole di istruzione secondaria di secondo grado.

Gli ultimi 17 Calendari

2000: NEL 2000 CON LA BANDA
(8 pagine: 2mesi ogni pagina)
Solo foto. Ritraggono la banda nei vari momenti della vita del paese

2001 : UNA PAESE E LA MUSICA
(8 pagine: 2mesi ogni pagina)
Solo foto. Ritraggono momenti di musica, non solo della banda, da sempre.

2002: CUVIO:CENT’ANNI FA
(14 pagine B/N)
La vita nel nostro paese all’inizio del ‘900

2003: C’ERA UNA VOLTA A CUVIO
La storia del paese facendo riferimento ai vari rioni

2004: CUVIO: PAGINE DI STORIA
Storia del paese e dellla valle dalla glaciazione ai nostri giorni

2005: 100 ANNI DI BAMBINI, BAMBINI DI CENT’ANNI
Omaggio all’ Asilo Erminia Mggi nella celebrazione del centenario.
Storia e aneddoti

2006: LE POESIE DI ARMANDO RONCARI
Ricordo del poeta e scrittore, che con poesie e racconti ha illustrato la vita di Cuvio dagli anni trenta fino agli anni settanta.

2007: IN GIR PAR CUVI CO I FOTO DEL GIULIN SAVI
(a colori)
Si racconta geograficamente tutte le vie di Cuvio e si mostrano le foto di
Angelo Savini, “ur futografo” per antonomasia.
Per anni ha fotografato tutte le manifestazioni del paese.

2008: CUVI IN SOCIETA
In copertina l’arrivo delle tre valli a Cuvio con in testa al gruppo il Campione del mondo Marino Basso per celebrare i campionati del mondo a Varese.
Durante i mesi vengono ricordate tutte le societa’ cuviesi con storia e foto anche particolarmente vecchie.

2009: PORTIAMO IN PIAZZA I NOSTRI CAMPIONI
Con le foto delle nostre piazze e piazzette si narrano la vicende di alcuni nostri paesani nell’ ambito sportivo anche a livello nazionale e mondiale.

2010: UN COMUNE, CINQUE ARMONIE
All’ epoca della grande Cuvio (1927- 1956)
Quasi tutte le frazione avevano la sua banda.
Storia dei corpi musicali allora presenti:
Cuvio, Vergobbio, Duno, Cavona, Comacchio

2011: UNA PARROCCHIA CON TANTA CHIESE
Nel 1911 si costituiva la parrocchia di Cuvio.
A cent’anni il ricordo della grande parrocchia facente capo a S.Lorenzo
a Canonica di Cuvio, che aveva in se le chiese di Vergobbio, Duno, Cuvio, Comacchio e Cuveglio. Si ricorda anche Cavona parrocchia dal 1500

2012: UNA VALLE DI PENNE NERE
Nel 75° anniversario di fondazione del gruppo di Cuvio;
storia aneddoti e Alpini famosi di tutti i gruppi della valle.

2013: AMARCORD DI UNA VALLE
RICORDI DEGLI ANNI 50 E 60
Un ‘amarcord’ dei favolosi e celebrati anni Cinquanta e Sessanta, dal dopoguerra al boom economico. Si racconta con brevi quadretti a sfondo sociale e folcloristico, la vita e gli aneddoti piu’ particolari dei nostri paesi

2014: IL CAMBIAMENTO ARRIVA IN TRAM
Nel 1914 si inaugurava la linea del tanvaino bianco Cittiglio – Molino d’Anna
Nel centenario la storia dalla creazione alla sua dismessa.

2015: LA GRANDE GUERRA,“VALCUVIA FRONTE INTERNO”.
A cent’anni di distanza il racconto della grande guerra in Valcuvia con il contributo di storici come Prando, Pozzi, Boldrini, Lucchina.

2016: MAGNAN, PRESTINEE E BAGATT
“VECCHIE BOTTEGHE E ANTICHI MESTIERI
Andare dal macellaio, dal panettiere o al bazar vicini, era una piacevole abitudine che faceva nascere una bella familiarità tra clienti e negozianti, ognuno con la propria merce specifica, contrariamente a supermarket, grandi magazzini, e outlet d’oggidì, dove ci si può trovare di tutto e di più ma non certo il calore umano di una volta.
Raccontiamo le botteghe che si poteva trovare nella strade dei nostri paesi

di
Pubblicato il 15 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore