A 40 anni di distanza rivive l’impresa della Grotta Marelli

Otto speleologi per cinque giorni rimasero a 300 metri di profondità. La loro storia in una serata fra scienza e avventura

Marelli 77, quarant\'anni dopo la discesa

Quaranta anni fa, siamo nell’estate del 1977, agli albori della speleologia moderna, un gruppo di speleologi varesini organizzò un campo sotterraneo nel cuore del Campo dei Fiori, nella Grotta Marelli, a 300 metri di profondità. Gli otto “scalatori del sottosuolo” si prodigarono in tentativi esplorativi, vennero monitorati sotto il profilo medico ed alla fine dopo 5 giorni permanenza nel mondo di sotto, tornarono alla luce dietro il Grande Albergo del Campo dei Fiori.

Galleria fotografica

Marelli 77, quarant\'anni dopo la discesa 4 di 7

«Era, per quei tempi un’audace esplorazione in profondità nella Grotta Marelli, sul Campo dei Fiori. Per ben 5 giorni vivemmo a 300 metri di profondità per oltre 104 ore consecutive. Ciò permise di raccogliere particolari dati sulle reazioni del fisico umano in un ambiente atipico, dati poi pubblicati sul numero 1 del bollettino del Gruppo Speleologico dal titolo: “Alcune considerazioni sulle reazioni psico-fisiche dei componenti la spedizione Marelli 77”», ricorda Franco Rabbiosi, che fece parte del gruppo.

Ora, a quarant’anni di distanza, si ricorderà questo avvenimento con una serata organizzata dalla Sezione di Varese del Club Alpino Italiano e dal suo Gruppo Speleologico con la presenza dei partecipanti alla spedizione Marelli 77. In questa occasione Verranno presentati audiovisivi con immagini inedite dell’esplorazione e la contemporanea lettura del diario tenuto giornalmente dai componenti la spedizione.

Grotta Marelli: 40 anni dopo
Serata a cura del Club Alpino Italiano di Varese
Sabato 14 ottobre, ore 21:15
Sala Montanari
via dei Bersaglieri, 1
Ingresso gratuito

di
Pubblicato il 11 ottobre 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Marelli 77, quarant\'anni dopo la discesa 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore