Campo dei Fiori, l’ultima alluvione è costata 80.000 euro

È un conto caro quello per sistemare i danni delle ultime abbondanti piogge che hanno colpito il Campo dei Fiori mentre si aspettano i fondi per la messa in sicurezza definitiva del dissesto idrogeologico causato dall'incendio di un anno fa

Generico 2018

Frane, smottamenti, fiumi di fango e legna bruciata che arrivano sulle strade. Le tre alluvioni che si sono abbattute su Luvinate negli ultimi mesi hanno un conto salato: 80.000 euro. A tanto ammontano i primi lavori di messa in sicurezza del Campo dei Fiori il cui terreno è diventato estremamente fragile.

Proprio per questo giovedì mattina il sindaco di Luvinate, Alessandro Boriani, e i vertici del Parco sono tornati a bussare alla porta del Pirellone per trovare una soluzione. «Abbiamo ricevuto rassicurazioni in merito alle importanti risorse che abbiamo dovuto mettere in campo per i lavori di prima urgenza e che ammontano a 80.000 euro, dei quali la Regione si farà carico dell’80%», dice Boriani. Somme che «non riusciremmo in alcun modo a sostenere in autonomia» e che sono servite per la rimozione di terra e legna bruciata, una prima messa in sicurezza del reticolo idrico principale da smottamenti e il rifacimento dei guadi.

Ma l’incontro è anche servito per continuare a fare il punto sulle «modalità e strategie per la messa in sicurezza idraulica e strutturale del reticolo idrico», precisa il sindaco. Uno dei temi in cima all’agenda è quello della rimozione delle enormi quantità di legna bruciata che incombe sul paese e che è disseminata per la montagna bruciata. «Luvinate è stato il comune più colpito dall’incendio, essendo stati interessati dal fuoco ben 144 ettari su 350».

Certo è che per far rimarginare le ferite serviranno molti altri soldi. La Regione ha infatti promesso 750.000 euro per Luvinate e Barasso per la messa in sicurezza definitiva del Campo dei Fiori, ma al momento quei fondi non sono ancora arrivati.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 06 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore