È nata la “Varez”, l’omaggio di SWM alla “Terra di Moto”

L'azienda di Cassinetta ha battezzato con il nome in dialetto della Città Giardino la nuova "naked" prodotta con tre motorizzazioni. La presentazione nell'ambito di Eicma

moto varez swm

Che Varese sia la “Terra di Moto” lo dicono sia la storia, sia una recente e azzeccata alleanza tra un bel numero di aziende locali che lavorano proprio nell’indotto motociclistico. E da oggi la “Terra di Moto” ha anche un bolide a essa dedicato, dal nome che non lascia spazio a dubbi: “Varez”.

Nel corso di Eicma, il grande salone fieristico di categoria in corso di svolgimento a Rho, è stata infatti presentata la nuova nata di casa SWM, l’azienda che ha ereditato lo storico stabilimento di Cassinetta di Biandronno e che anno dopo anno si sta radicando sempre di più sia sul mercato sia nel cuore degli appassionati.

La Varez (sul serbatoio e nelle grafiche la scritta ufficiale è VA’RE:Z, così da avere un’esatta pronuncia del nome in dialetto della Città Giardino) è una naked disponibile in tre versioni: 400, 300 e 125, e ha l’ambizione di portare in giro per il mondo il brand di un territorio in cui le motociclette sono parte integrante del paesaggio, dell’industria e della cultura locali. SWM del resto è una delle aziende che fanno parte del progetto “Varese Terra di Moto” che proprio a Eicma ha presentato i suoi itinerari motociclistici disegnati sulle strade dei Sette Laghi.

La scelta di SWM di dedicare un bolide a Varese ha trovato applausi anche dalla politica: all’incontro hanno partecipato sia il sindaco Davide Galimberti, sia Francesca Brianza, oggi vicepresidente del Consiglio Regionale: «Per noi questa scelta è un grande motivo di orgoglio: questa moto è un gioiello nato in una provincia nella quale si continua ad investire, a produrre e a sognare – ha detto Brianza – Il paesaggio varesino con le sue colline, i  laghi e i gli itinerari ha sempre entusiasmato i motociclisti ispirando molteplici iniziative imprenditoriali. Siamo quindi felici che SWM continui a portare avanti questa grande tradizione industriale che dà lustro e vanto al nostro territorio».

Per l’azienda di Biandronno è invece intervenuto il responsabile marketing, Ennio Marchesin: «Per noi inizia una nuova era: la quarta piattaforma rappresenta una svolta storica per SWM, ci abbiamo lavorato con grandissimo impegno. Sentivamo di dover restituire qualcosa al nostro territorio che è fonte di ispirazione quotidiana. Questa moto andrà in tutto il mondo e sarà un modo per far conoscere ancor di più Varese, ormai meta sempre più preferita per gli appassionati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore