C’è maretta ai vertici di Pallacanestro Varese

Gianfranco Ponti, che ha un'opzione per acquistare il 20% delle quote, si è dimesso con una lettera. Il presidente Vittorelli spiega: «Quando tornerà dagli USA capiremo se il malinteso può essere chiarito»

Basket: la presentazione di Gianfranco Ponti

C’è una lettera che preoccupa chi lavora nella dirigenza della Pallacanestro Varese. È quella che ha scritto Gianfranco Ponti, indirizzata al presidente Marco Vittorelli, nel quale il finanziere di Ispra annuncia il proprio disimpegno dalla società cestistica dieci volte campione d’Italia.

Ponti da quasi due anni si occupa soprattutto di gestire il settore giovanile, ma è anche in possesso di un’opzione per rilevare il 20% della società, quota che – nel caso l’opzione fosse esercitata – sarebbe ceduta dal consorzio “Varese nel Cuore” che attualmente detiene il 95% delle azioni (il rimanente 5% è nelle mani della associazione di tifosi “Il basket siamo noi”).

«Confermo il fatto che Ponti ci ha comunicato le sue dimissioni – spiega il presidente Vittorelli, raggiunto al telefono da VareseNews – dovute ad alcune incomprensioni interne. La lettera è arrivata poco prima che lui partisse per gli USA a causa di un viaggio di lavoro, quindi attenderemo il suo ritorno per capire se questo malinteso si potrà chiarire: certe situazioni è meglio affrontarle di persona e non al telefono così da lontano. Mi ha stupito il fatto che nel precedente consiglio di pochi giorni fa, non abbia espresso problemi di sorta, ma come detto ne parleremo al suo ritorno. Detto questo, Pallacanestro Varese va avanti a prescindere dalle persone, che si chiamino Vittorelli, Ponti o in altro modo. Ora ci concentriamo sugli impegni che ci attendono a breve distanza compresa la partita di domenica contro la Vanoli Cremona che è molto importante sotto al profilo sportivo».

Basket presentazione Gianfranco Ponti
da sinistra: Vittorelli, Castelli, Ponti e Rusconi.

Nell’ultimo periodo qualche mal di pancia era emerso a mezza voce, e anche il settore giovanile gestito da Ponti aveva ricevuto qualche scossone a partire dall’addio di Dodo Rusconi, coach della squadra di punta (l’under 19) che aveva lasciato appena prima dell’impegno in Toscana per le finali della NextGen Cup. Oltre a Ponti è da tempo in ballo la possibilità di un altro passaggio di quote dal consorzio (che comunque continuerebbe ad avere una parte importante della società) a un gruppo denominato “Orgoglio Varese” coordinato da Rosario Rasizza, e cioè l’ad dell’azienda sponsor Openjobmetis. Al momento però, anche su questo fronte, non ci sono stati passi avanti.

In serata Pallacanestro Varese ha emesso una stringata nota che a grandi linee conferma quanto riferito da Marco Vittorelli:

NOTA DELLA SOCIETÀ SULLE DIMISSIONI DI GIANFRANCO PONTI
«Il Consiglio di Amministrazione di Pallacanestro Varese, preso atto della lettera di dimissioni del consigliere Gianfranco Ponti ricevuta nella giornata odierna, si riserva di effettuare tutte le opportune valutazioni nel corso della prossima riunione del CDA».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore