Chi è Chiara Lazzarini, la “dama bionda” di Legnano al centro di una rete di potere

Commercialista di fama e avvocato, riveste cariche in oltre 50 società private. Sulla sua testa pende un'azione di responsabilità milionaria per un falso in bilancio in Amga

chiara lazzarini

L’indagine Piazza Pulita della Procura della Repubblica di Busto Arsizio ha messo in luce un sistema di controllo e imposizione di propri uomini sulle poltrone che gravitano attorno all’amministrazione comunale.

Operazione “Piazza Pulita”, arrestati sindaco e due assessori di Legnano

I tre protagonisti sono noti: il sindaco della Lega Gianbattista Fratus, il vicesindaco di Forza Italia Maurizio Cozzi e l’assessore ai Lavori Pubblici Chiara Lazzarini (foto Legnanonews), anche lei di Forza Italia.

Proprio da quest’ultima figura emerge una rete impressionante di potere con al centro la commercialista e avvocato legnanese che ricopre incarichi in moltissime società private ma anche pubbliche (Amga) dove esercita il suo potere anche quando non ne fa più parte, imponendo all’attuale presidente decisioni che la fanno apparire come il vero dominus della politica legnanese.

Nelle telefonate intercettate traspare la sua fitta rete di conoscenze e la necessità di piazzare un uomo gradito alla maggioranza al posto del direttore dimissionario Fommei (per la quale è accusata di turbativa d’asta) e la figlia di Luciano Guidi nel cda di Ala per tenere fede ad un accordo elettorale al ballottaggio delle elezioni del 2017, stretto con una lista uscita sconfitta dal primo turno.

La chiamano la “dama bionda”, da oltre 20 anni gravita attorno a Palazzo Malinverni (10 anni da consigliere comunale) e attorno ad Amga dove ha ricoperto il ruolo di presidente nelle cui vesti è stata condannata (insieme a tutto il cda) per un falso in bilancio (reato poi caduto in prescrizione nel 2018, in seguito all’opposizione della stessa al decreto penale di condanna) e con un’azione di responsabilità civile milionaria voluta dalla precedente amministrazione Centinaio, ancora pendente.

Una carriera brillante, la sua. Nata il 9 agosto 1967, si è laureata in Giurisprudenza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nel 1991.  Nel 1989 ha ottenuto l’abilitazione alla professione di commercialista, dal 1995 è iscritta al Registro dei revisori contabili, nel 1997 ha ottenuto l’abilitazione alla professione di avvocato. E’ Consulente Tecnico d’Ufficio presso il Tribunale di Milano.

E’ partner dello “Studio Lazzarini – Professionisti associati” di Corso Italia a Legnano e dello “Studio di consulenza societaria e tributaria” di via Senato, a Milano dove svolge attività di consulenza fiscale, tributaria, societaria, di revisione e di valutazione di aziende e di Società.

Riveste incarichi in qualità di Consigliere di Amministrazione, Presidente di collegio sindacale, sindaco effettivo e membro dell’ODV in oltre 50 società di capitali quotate e non quotate nei settori spirits, industriale, finanziario, immobiliare, alimentare, dei trasporti, della grande distribuzione ed editoriale.  E’ stata consigliere d’amministrazione di Banca di Legnano Spa e di Milano Serravalle Spa.

E’ stata consigliere comunale a Legnano dal 1997 al 2007 e presidente della Commissione Bilancio nello stesso arco temporale ed ha presieduto il Consiglio d’Amministrazione del Gruppo Amga Spa fra il 2007 e il 2013.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore