È sempre chi compra casa che fa il mercato

Secondo Daniela Argirò di AD Immobiliare quando il prezzo è quello giusto «puoi stare certo che l'immobile prima o poi lo vendi»

La Casa in Fiera

«Trilocali, bilocali con servizi e piccole soluzioni oppure ville». La forchetta della domanda del mercato immobiliare varesino oscilla tra questi due estremi. «Molte persone comprano un bilocale e lo mettono a rendita – spiega Daniela Argirò di Ad Immobiliare di Varese -. I più giovani invece scelgono come prima casa quasi sempre il trilocale». (nella foto, da sinistra: Daniela Argirò, Sara Frontini di Frontini Immobiliare e Andrea Bisceglia manager di Auxilia finance).

La vera discriminante è rappresentata dall’accesso al credito, un po’ più complicato per chi è  giovane e al primo acquisto. Riuscire a stipulare un contratto di mutuo con una banca non è poi così facile se non si rientra nei parametri di merito di credito stabiliti dall’istituto di credito. Durante la Casa in fiera è stata segnalata da più operatori la formula del noleggio o affitto con opzione di riscatto (rent to buy). Seppur goda di una buona pubblicità tra gli addetti ai lavori, questa formula è ancor poco praticata nella realtà per le difficoltà oggettive che questo percorso – ricordiamo che non rientra in una tipologia contratto –  comporta. Daniela Argirò, invece, quella procedura non solo l’ha studiata, ma l’ha applicata in una compravendita.  «È uno schema che ho usato recentemente – racconta l’agente di AD Immobiliare -. Ho inserito all’interno del preliminare di vendita la formula dell’affitto. Il cliente è stato sottoposto a doppia tassazione, quella per l’affitto e quella per la vendita. È stato piuttosto faticoso perché non è così immediato, ma alla fine erano tutti soddisfatti: acquirente, venditore e naturalmente anch’io».

Secondo Daniela Argirò: «È sempre l’acquirente che fa il mercato», mentre l’agenzia deve essere  onesta e realista nella valutazione dell’immobile. In una filiera così composita e complessa, com’è quella del comparto casa, la figura dell’agente immobiliare è dunque strategica perché influisce direttamente sulla dinamicità del mercato. «Quando il prezzo è quello giusto, puoi stare certo che l’immobile prima o poi lo vendi – conclude l’agente di Ad Immobiliare -. La nostra buona o cattiva reputazione dipende da quanto siamo seri e attendibili nel fare quella valutazione. Sui prezzi indicati dal listino ufficiale redatto dalla Camera di Commercio cerco sempre di non sforare mai il minimo, è una questione di equità».

TUTTI GLI ARTICOLI SULLA CASA IN FIERA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore