Sciopero dei trasporti il 24 e 25 ottobre, ecco gli orari per treni, metro e aerei

Dichiarato dai sindacati di base, tocca settore aereo, trasporto pubblico locale a autostrade. Date e orari diversificati

sciopero atm metropolitana metro

Nuovo sciopero dei trasporti pubblici, tra cui Atm di Milano e trasporto aereo: il 24 e il 25 ottobre  è in programma uno sciopero generale di 24 ore dei lavoratori di tutte le categorie pubbliche e private.

A proclamarlo sono state dalle sigle del sindacato di base Cub, Sgb, Si Cobas e Usi Cit,. A bloccarsi, tra giovedì 24 e venerdì 25 ottobre, potrebbero essere quindi scuole, uffici pubblici e, soprattutto, i trasporti.

Sciopero trasporti 24-25 ottobre: gli orari

Il settore aereo è a rischio per tutta la giornata del 25, mentre i lavoratori delle aziende ferroviarie – Trenord, Trenitalia e Italo – potranno scioperare  dalle ore 21 del 24 ottobre fino alle 21 del giorno successivo.
Quanto alle Autostrade, i lavoratori potranno fermarsi dalle ore 22 del 24 fino alle 22 del 25. Per il trasporto pubblico locale l’agitazione vale per tutte le 24 ore del 25 ottobre, anche se come sempre saranno previste fasce di garanzia in cui i mezzi circoleranno regolarmente.

Sciopero trasporti 24-25 ottobre: Trenord

Venerdì 25 dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 18 alle ore 21 saranno effettuate le corse indicate sul sito Trenord, le trovate qui.

Per quanto riguarda il Malpensa Express, circoleranno autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio.

Sciopero trasporti 24-25 ottobre 2019: le ragioni

Le ragioni sono prima di tutto legate all’aspetto contrattuale, con la richiesta di «aumenti dei salari, delle pensioni e salario medio garantito ai disoccupati, maggiore equità contributiva attraverso la riduzione delle aliquote fiscali su salari e pensioni, il recupero dell’evasione fiscale e la tassazione dei grandi patrimoni, lavoro per tutti attraverso la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario e pensione a 60 anni o con 35 di contributi».

Richiesta anche per “un piano nazionale di difesa e risanamento dell’ambiente e del territorio, cancellazione dei Decreti Salvini 1 & bis, per la libertà di sciopero e di manifestazione, garanzia dei diritti alla salute, alla casa, all’istruzione e al lavoro in sicurezza, ius soli, regolarizzazione degli immigrati, blocco dei respingimenti e chiusura dei Cpr”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore