Un “corso di cittadinanza” aperto a tutti, per approfondire storia e civiltà

Lo organizzano Università dell'Insubria e Anpi, con la collaborazione attiva del comune di Varese. Ad aprire il ciclo, il presidente emerito della corte costituzionale Valerio Onida

Generico 2018

Si presenta come un ciclo di incontri, a è molto di più quello che è stato presentato questa mattina, 16 ottobre 2019, a palazzo Estense: Comune di Varese, Università dell’insubria e Anpi uniti per fornire “Lezioni di cittadinanza” ed educazione civica a chi ne fosse interessato.

Più di un semplice ciclo di incontri perchè, innanzitutto, questa unione è stata oggetto di una vera e propria convenzione, di durata pluriennale, siglata da tutti i protagonisti. Poi, perchè vuole fare sinergia per: «Mettere insieme studenti e cittadini – spiega Antonio Maria Orecchia, docente di storia Contemporanea all’Insubria – Credo che questo genere di incontri si possa considerare molto innovativo, e speriamo sia solo il primo di una serie»

«L’elemento forte di questa iniziativa è stato mettere insieme l’amministrazione comunale, l’università dell’Insubria e una associazione come l’Anpi, che ha nel suo dna e come suo obiettivo specifico mantenere la memoria delle nostre radici civiche – ha spiegato Enzo Laforgia, docente e rappresentante del consiglio Comunale – Mettersi insieme significa ottimizzare risorse, e rendere più semplice realizzare iniziative. Un programma cosi ricco e offerto gratuitamente, cosa non scontata, è una bella opportunità per la cittadinanza».

«Oggi presentiamo un progetto concreto di formazione e approfondimento – ha infine sottolineato il sindaco, Davide Galimberti – E’ il compito dei soggetti rappresentati far si che i cittadini possano crescere anche nella cittadinanza: l’auspicio che ci siano analoghe iniziative culturali anche piu avanti».

La progettazione e organizzazione del ciclo di incontri ha visto al lavoro un team che vede unite Anpi e Università dell’Insubria: Ivana Brunato, Riccardo Conte e Claudio Macchi dell’Anpi sezione di Varese insieme a Enzo R. Laforgia, Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali e Antonio M. Orecchia, docente dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Loro l’idea di ideare un corso, su Cittadinanza e Costituzione democratica, a struttura seminariale, finalizzato all’approfondimento di questioni di carattere storico, filosofico e giuridico relative alla Carta fondamentale della Repubblica,

«anche nella prospettiva delle sfide del presente e del futuro, a partire dalla formazione di organismi politici sovrannazionali, quali l’Unione europea, e delle pressanti esigenze di affermare uguali diritti, di salvaguardare l’ambiente e la persona umana, le sue libertà e la sua privacy» spiegano.

«Il corso, nato da questa importante collaborazione, è destinato a studenti e docenti, ma vuole essere aperto a tutta la cittadinanza – ha sottolineato Claudio Macchi, presidente della sezione città di Varese di Anpi – Ed è ricco di prestigiosi elementi: come il primo relatore, Valerio Onida, che è stato anche presidente della Corte Costituzionale».

eventi Varese

IL PROGRAMMA: SI PARTE CON VALERIO ONIDA

Valerio Onida, Già Presidente della Corte costituzionale e Professore emerito dell’Università degli Studi di Milano

Costituzione e “sovranità” nel tempo del nuovo diritto internazionale

Mercoledì 23 ottobre 2019, ore 15:00 Sala Montanari, via dei Bersaglieri, 1, Varese

La lezione esaminerà l’origine storica e l’evoluzione del concetto di sovranità “interna” negli ordinamenti statali e di quello di sovranità “esterna” degli Stati, soffermandosi sulla svolta seguita alla seconda guerra mondiale con l’affermarsi di un nuovo diritto internazionale che ha come soggetti non più solo gli Stati ma anche gli individui titolari dei diritti fondamentali e comporta limitazioni alla sovranità di ogni Stato nell’ambito di un «ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni» (art. 11 della Costituzione).

Enzo R. Laforgia, Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali, Università degli Studi dell’Insubria

Come si diventa fascisti. La scuola al servizio di una dittatura

Martedì 19 novembre 2019, ore 15:00, Aula Magna Collegio «Carlo Cattaneo», via Dunant 7, Varese

Privilegiando come fonte il Libro unico di Stato per le scuole elementari, l’intervento mira ad indagare il modo in cui il fascismo tentò di fare della scuola uno strumento strategico per la realizzazione del cosiddetto «italiano nuovo».

Giorgio Grasso, Università degli Studi dell’Insubria

La costituzione, principi e fondamenti

Lunedì 9 dicembre 2019, ore 15:00, Aula Magna Collegio «Carlo Cattaneo», via Dunant 7, Varese

L’incontro, anche guardando alla genesi del testo costituzionale e alle sue radici nell’antifascismo, cercherà di dare conto dell’attuale significato di alcuni principi costituzionali e dei fondamenti che la Costituzione pone al vivere comune.

Fulvio Cammarano, Università di Bologna

Autoritarismo e democrazia

Mercoledì 19 febbraio 2020, ore 15:00, Aula Magna Collegio «Carlo Cattaneo», via Dunant 7, Varese

Guardando la storia d’Italia si può affermare che la permanenza della ricorrente quanto carsica nostalgia per il fascismo sia dovuta alla mancanza di un forte radicamento della cittadinanza sul terreno delle libertà civili e dei diritti. L’intervento cercherà di passare in rassegna le cause di questo peculiare percorso della storia italiana.

Elena Ferrari, Università degli Studi dell’Insubria

Democrazia e diritti digitali

Mercoledì 11 marzo 2020, ore 15:00, Aula Magna Collegio «Carlo Cattaneo», via Dunant 7, Varese

La “democratizzazione digitale”, che Internet ed i social media hanno portato, consente a chiunque di beneficiare di nuove forme di comunicazione e scambio di informazioni. Come è possibile, in questo scenario, garantire alcuni diritti fondamentali, quali ad esempio il diritto alla sicurezza e alla privacy? L’incontro affronterà questi temi, discutendo le principali ricerche informatiche in questo ambito.

Riccardo Conte, Associazione nazionale partigiani d’Italia, sezione di Varese

Il principio di uguaglianza

Giovedì 2 aprile 2020, ore 15:00, Aula Magna Collegio «Carlo Cattaneo», via Dunant 7, Varese

La relazione ha per oggetto il principio costituzionale d’eguaglianza. Ci si soffermerà in particolare – anche alla luce della giurisprudenza della Corte costituzionale, fondamentale nell’evoluzione democratica dell’ordinamento giuridico – sui divieti di distinzioni per sesso, razza e religione, evidenziando le differenze con la legislazione vigente durante il fascismo.

Adriano Martinoli e Damiano Preatoni, Università degli Studi dell’Insubria

Ambiente ed educazione civica: il ruolo dei cittadini nella tutela della biodiversità

Mercoledì 6 maggio 2020, ore 15:00, Aula Magna Collegio «Carlo Cattaneo», via Dunant 7, Varese

La storia di un patrimonio comune è oggetto, sin dalla prima metà del Novecento, di una delle prime riflessioni giuridiche e continua oggi, nell’Era di Internet, con la Citizen Science e il coinvolgimento attivo dei cittadini nella conservazione delle risorse ambientali. L’incontro affronterà come il cittadino può essere parte attiva nel tutelare una delle molte ricchezze del nostro Paese: la fauna.

LE INFO

Per informazioni sul corso si può scrivere a anpivaresesezione@yahoo.it o a a.orecchia@uninsubria.it. Il programma del ciclo di incontri è consultabile anche all’indirizzo:https://issuu.com/enzo.laforgia/docs/corso_costituzione_varese_2019

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore