Sabato apre il multipiano Sempione

Ormai certa la data per l'apertura dei 200 posti auto. Mentre in Belforte lo stesso giorno viene attivato il park and bus nei parcheggi - risistemati - delle Poste

Generico 2018

Il Multipiano Sempione aprirà questo sabato, 7 dicembre. Le conferme ufficiali devono ancora arrivare, ma sembra ormai certo che dalle 8 del mattino di quel giorno il multipiano tornerà, e questa volta definitivamente, in funzione.

Non aprirà a pieno regime: dei 315 posti totali sabato saranno a disposizione poco meno di 200 parcheggi. Un numero che aumenterà gradualmente nelle prossime settimane fino a raggiungere la capienza completa: «Avremmo voluto aprirlo da subito tutto ma il maltempo dell’ultimo mese ha purtroppo impedito l’ultimazione di alcune parti che verranno completate nelle prossime settimane» ha spiegato il sindaco Davide Galimberti.

I costi erano già stati anticipati dall’amministrazione quando ha presentato la manovra speciale in vigore per Natale 2019: a quell’epoca avevano già segnalato che parcheggiare nel Multipiano costerà un euro all’ora, nel primo periodo natalizio d’apertura, mentre il venerdì e sabato dalle 20 alle 24 è previsto un forfait di 3 euro.

«Finalmente si apre il Sempione, in tempo per le festività natalizie – ha commentato il sindaco  – E’ il momento migliore per garantire i nuovi parcheggi che la città aspettava. Da subito quasi 200 posti disponibili in pieno centro a Varese, aperti in uno dei periodi che si sta già dimostrando molto affollato di cittadini e turisti. Dopo tanti anni di attesa, questo è un regalo che consegnamo alla città».

A BELFORTE ARRIVA UNA NUOVA AREA DI SOSTA ATTREZZATA E  UN NUOVO PARK AND BUS

Ma ad aprire, nel giorno di sant’Ambrogio, non sarà solo il parcheggio di Via Sempione.

Il 7 dicembre diventeranno infatti pienamente operativi gli stalli di parcheggio di un complesso rimasto parzialmente “in letargo” per lungo tempo, tra vicende private e burocratiche: quello di in viale Belforte nell’area adiacente a Poste Italiane.

lavori in viale belforte

Si tratta di quasi 150 posti – tra quelli già in uso e quelli finora inutilizzabili – ordinati e  sistemati e finalmente illuminati. Una serie di stalli a cui presto dovrebbero aggiungersi altrettanti posti nel sottostante parcheggio coperto, per il quale si stanno ultimando gli adempimenti burocratici. I parcheggi cosi risistemati corrisponderanno alla nuova fermata del Park & Bus, la quinta realizzata in città: il che significa che il parcheggio sarà gratis e sarà possibile andare in centro utilizzando il trasporto pubblico al prezzo “politico” di 10 centesimi.

«Il parcheggio di via Sempione era un’opera non facile da realizzare – ha commentato l’assessore all’urbanistica Andrea Civati – Non a caso i varesini ne sentivano parlare da decine di anni. E’ motivo d’orgoglio assistere all’apertura, oltretutto nello stesso giorno in cui a Belforte nasce un nuovo servizio grazie al parcheggio di interscambio da cui si potrà utilizzare il Park & Bus. Sarà un ulteriore modo per dotare un quartiere di un nuovo parcheggio attrezzato e allo stesso tempo dare la possibilità a chi entra in città di lasciare la propria auto fuori dal centro, evitando di intasarlo e inquinarlo».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Il MATOCCO

    Perché non si chiede piuttosto di rinunciare alla costruzione dell’inutile palazzina per gli anziani in fondo a piazzale Kennedy e destinare i soldi così risparmiati alle urgenti opere di copertura del Vellone ?

  2. Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Premetto che la mia non è una polemica ma solo una riflessione,le tasse si pagano per avere in cambio dei servizi,i comuni hanno dei ritorni dallo stato che vengono prelevati dalle tasse di noi tutti. Ora,se io devo pagare per parcheggiare,per costruire una casa sottoforma di oneri,per avere un certificato,per qualsiasi cosa,perchè pago le tasse? La costruzione del parcheggio il comune l’ha pagata con i soldi dei cittadini che in piccolissima parte sono anche miei,perchè devo pagare per usufruire di un servizio che ho già pagato?

Segnala Errore