Quantcast

In ricordo della nostra preside Marina Raineri

I geometri di 1, 2, 3, e 5 CAT dell’ISIS Stein: “Non la dimenticheremo mai“

Avarie

“Le parole mancano, le frasi fatte non servono….“.

Comincia così la struggente lettera firmata dai geometri di 1,2,3,e 5 CAT dell’ISIS Stein che pubblichiamo di seguito integralmente.

Un messaggio in ricordo della preside Marina Raineri, recentemente scomparsa.

Succede. Succede che un giorno, nel mezzo di una pandemia mondiale, in un paesaggio gia’ difficile ed anomalo, un punto di riferimento viene a mancare.
Succede. Succede che per gli studenti dell’ISIS Stein una certezza si spenga.
Succede. Succede che da oggi la scuola, la nostra scuola, non avrà più il suo faro illuminante. La Preside, la nostra Preside ci ha lasciati.
Non possiamo elencare pagine di ricordi, il destino ha voluto che Lei rimanesse con noi poco tempo, non lasciandoci nemmeno la possibilità di abituarci alla Sua presenza.
Possiamo però fermare il nostro pensiero su quello che Lei ci ha dato, direttamente o tramite i suoi collaboratori.
Possiamo pensare ai cambiamenti che stava apportando, possiamo sperare che qualcuno in futuro porterà avanti i Suoi progetti.
La Sua scrivania ora e’ vuota, ma il Suo sorriso ancora aleggia nei corridoi, nei nostri pensieri.
Succede. Succede che all’Istituto Stein torneremo a scuola, ma la Nostra Preside non sarà lì ad accoglierci.
Rimarrà nei nostri cuori, nei cuori di tutti, nella memoria futura per il breve ma intenso e tormentato periodo che Lei ha passato con noi.
Rimarà la Preside che nonostante la sua guerra personale già dolorosa e devastante, ha dovuto affrontare anche la pandemia del 2020.
Sempre a testa alta, sempre con l’attenzione rivolta alla Sua scuola.
Succede. Succede che Lei Cara Preside non sarà più fisicamente con noi, ma rimarrà coLei che ha scritto una pagina importante nella vita dei Suoi alunni, dei Suoi collaboratori e della Sua Scuola, la nostra scuola.

“QUELLA CHE IL BRUCO CHIAMA FINE DEL MONDO, IL RESTO DEL MONDO LO CHIAMA FARFALLA” (Lao Tzu)

Vogliamo pensare che Lei sara’ la nostra farfalla, la farfalla che volera’ leggiadra sopra la nostra scuola e

sulle spalle dei suoi cari.

I geometri di 1,2,3,e 5 CAT dell’ISIS Stein non la dimenticheranno mai.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore