Lega: “Sacro Monte di Varese nel degrado”

Così il consigliere regionale del Carroccio Monti e il segretario cittadino Angioy, “grazie all’inattività della giunta Galimberti“

Sacro Monte Varese - foto di Francesco Fusella

Grazie all’inattività della giunta Galimberti riusciamo a fare brutte figure anche su quello che dovrebbe essere il nostro fiore all’occhiello, ovvero il Sacro Monte. Dalla stampa apprendiamo del disappunto di un turista che ha inviato lettere sia all’Unesco che al Comune di Varese, nelle quali ha denunciato lo stato di trascuratezza, se non di vero e proprio degrado, del Viale delle Cappelle e del Sacro Monte in generale”.

Così Emanuele Monti, Consigliere regionale della Lega, che interviene sulla situazione del Sacro Monte, emersa dopo le lettere del turista all’Unesco e al Comune di Varese.

Tra i problemi segnalati – spiega Monti – ci sarebbero malfunzionamenti all’illuminazione delle Cappelle e una grave scarsità di informazioni per accedere al luogo sacro. Ora, a causa di questa mancanza di attenzione e cura da parte dell’amministrazione nei confronti di un patrimonio importantissimo, l’intera città rischia di fare una pessima figura. Gettando a mare tutto il lavoro fatto negli anni passati dalle giunte di centrodestra, che hanno il merito di avere lavorato per promuovere la Varese turistica, con risultati positivi. Peccato che questi risultati stiano venendo cancellati dall’inazione della giunta Galimberti”.

“L’attuale sindaco di Varese ha lanciato la sua campagna elettorale con slogan che non si contraddistinguevano certo per umiltà, come il ben noto ‘Varese riparte davvero’. Oggi, a quattro anni di distanza, il grande bluff della giunta Galimberti, è venuto alla luce. Siamo quasi alla fine del mandato e la città si è impoverita, le attività commerciali chiudono, sempre meno persone frequentano il centro storico e il nostro Patrimonio Unesco versa in pessime condizioni” aggiunge Monti.

“Non possiamo che evidenziare lo stato di degrado che negli ultimi anni è vertiginosamente aumentato nella nostra città, senza che la giunta Galimberti riuscisse a porvi rimedio – commenta Cristiano Angioy, Commissario cittadino della Lega di Varese – degrado che ha colpito anche luoghi simbolo come il Sacro Monte. Dopo quattro anni di mandato, è ormai sempre più chiara l’inadeguatezza dell’amministrazione comunale. Fortunatamente, questo esperimento fallimentare per Varese si concluderà l’anno prossimo”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore