“Superbonus: sembra il regalo di Babbo Natale, ma non lo è”

L'intervento del presidente dell'ordine degli architetti di Varese Elena Brusa Pasquè in occasione della fiera di Varese 2020 e sarà incentrata particolarmente sull'"edilizia della ripartenza" e in particolare sul superbonus

EcoBonus

Pubblichiamo l’intervento che il presidente dell’ordine degli architetti di Varese Elena Brusa Pasquè ha affidato all’assessore Ivana Perusin in occasione della fiera di Varese 2020, che si terrà dal 14 al 20, in centro a Varese, e sarà incentrata particolarmente sull'”edilizia della ripartenza” e soprattutto sul Superbonus al 110%. Un occasione per cantieri, architetti e cittadini che possono rendere più efficiente la propria casa a spese dello stato, ma il cui percorso per ottenerlo non è scevro di ostacoli e dubbi, specie per chi tenta il “fai da te”. All’argomento la Fiera di Varese dedicherà diversi incontri di approfondimento, organizzati insieme ai principali ordini professionali

ll Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, e ci sono anche i bonus del verde da non sottovalutare.

E’ dunque un’occasione da non perdere non solo per rilanciare la nostra economia e il lavoro nel nostro settore dei progetti e delle costruzioni ma rappresenta un’opportunità per fare della buona architettura anche mostrando la nostra creatività e abilità disegnando un cappotto ben fatto, una serra bioclimatica che abbia senso, un tetto ben coibentato, portando qualità nel progetto da cui discende per conseguenza naturale la qualità del manufatto realizzato.

Sarà necessario proporre  soluzioni che valorizzino e qualifichino le nostre città e le nostre periferie “facendo un ‘opera di rammendo” come dice Renzo Piano e trasformando zone degradate in zone piacevoli per vivere il quotidiano. Città e Civiltà hanno la stessa radice, è vero ma il nostro motto sarà “cercasi bellezza nelle periferie degradate” reinventando anche materiali di costruzione piu performanti e sostenibili e applicando i principi dei Criteri Ambientali Minimi.

Sento attorno a me il fermento di chi pensa che questo Superbonus 110% sia come una vincita alla lotteria e che ci sia qualcuno che paghi per gli altri come fosse un regalo. I tempi di Babbo Natale sono finiti. Il regalo serve per posizionarci meglio a livello di consumi energetici in Europa e per valorizzare il nostro paesaggio che, alla fine, è la vera ricchezza collettiva che il mondo ci invidia.

Potrebbe essere cosi solo se i professionisti che si riuniranno in rete per costruire i progetti, prima di fare le  costruzioni, eseguano la loro attività con serietà, cura del dettaglio e competenza,  condividendo ogni passaggio in rete  tra loro e con gli altri componenti del gruppo di lavoro, dai costruttori e dalle assicurazioni, alle banche,alle imprese, agli ingegneri, agli agronomi, ai tecnici, ai paesaggisti, ai geometri e ai periti,  ai commercialisti e agli avvocati.

Ecco perché siamo tutti uniti insieme in questa organizzazione molto allargata per dare un segno forte: portare qualità e competenza ai convegni del Comune che sono offerti a tutti gli iscritti della nostra provincia. Questo è l’esempio per farvi comprendere con  fatti concreti che saranno vincenti soprattutto coloro che sapranno lavorare in gruppo proponendo di progettare con la swarm intelligence, l’intelligenza di sciame, o per semplificare, l’intelligenza delle api, che consente a ciascuno di fare la sua parte con umiltà e competenza.

Elena Brusa Pasqué
Presidente Ordine Architetti Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore