Buon compleanno Greta: due anni di Fridays for future in provincia di Varese

Le proteste dei giovani per la tutela dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile sono riuscite a coinvolgere anche le amministrazioni locali e non si sono fermate neppure di fronte al Coronavirus

I cartelli di fridays for future

Grata Thunberg questa domenica è diventata maggiorenne. Sono passati quasi due anni e mezzo da quando la giovanissima attivista ha iniziato il suo sciopero scolastico per il clima di fronte al Parlamento svedese. Una protesta a favore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, che è riuscita a unire migliaia di studenti di tutto il mondo sotto lo slogan dei Fridays for future.

Nel corso di tutto il 2019 le manifestazioni sono state tante anche in provincia di Varese, dal capoluogo alle altre città più periferiche. A maggio 400 ragazzi delle scuole di Golasecca e Sesto Calende si sono riuniti con decine di cartelloni in viale Italia a Sesto per una lezione speciale in riva al Ticino. L’ultimo giorno d’estate sono scesi per le strade anche gli studenti di Saronno, che guidati dal giovanissimo Manuel (15 anni) sono finiti addirittura sul Tg3. A Varese la mobilitazione dei giovani dei Fridays for future è iniziata con la manifestazione del 15 marzo: la prima di una lunga serie di iniziative che hanno accompagnato tutto il 2019 e i primi mesi del 2020. Accanto alle grandi manifestazioni (come ad esempio quelle del 24 maggio e del 27 settembre), i giovani attivisti varesini hanno promosso tanti altri appuntamenti per informare, coinvolgere , ma anche fare insieme un primo passo concreto a favore della tutela dell’ambiente. È il caso dei “Venerdì per l’ambiente“: giornate dedicate a pulire dai rifiuti gli angoli dimenticati delle proprie città come viale Belforte e il lido di Voltorre a Gavirate. Il 27 settembre i ragazzi di Fridays for future hanno manifestato anche a Busto Arsizio, dove al posto di un corteo si è preferito un presidio fisso. Il freddo non ha spaventato i giovani di Luino, che il 29 novembre a centinaia hanno sfilato imbracciando cartelloni e megafoni lungo le vie del centro.

Nel 2020 il Coronavirus ha monopolizzato l’attenzione di tutti i paesi del mondo, ma la lotta dei più giovani per la tutela dell’ambiente non si è fermata. Certo, la pandemia ha impedito cortei, bagni di folla e grandi raduni, ma allo stesso tempo ha anche fornito nuovi spunti di riflessione riguardo il nostro stile di vita, la sostenibilità e la salute. Ecco quindi i giovani di Varese e Luino scendere rispettivamente in piazza e in riva al lago entrambi lo stesso giorno, venerdì 6 ottobre 2020,  per protestare e discutere nel rispetto delle norme sanitarie e di distanziamento.

Grazie alle loro manifestazioni tra il 2019 e il 2020, i ragazzi dei Fridays for future sono riusciti a convincere alcuni comuni del Varesotto a firmare la Dichiarazione di emergenza climatica. Constatare la gravità del problema legato al riscaldamento globale, adottare misure per ridurre l’utilizzo di combustibili fossili e far pressione sui governi per l’adozione di misure adeguate per far fronte alla crisi ambientale: questi i punti principali all’interno della Dichiarazione. Il documento nella nostra provincia è stata sottoposta alle amministrazioni di diversi comuni, tra cui: Varese, Tradate, Gallarate, Origgio, e dei comuni dell’alto Verbano di Luino, Porto Valtravaglia e Brezzo di Bedero.

Alessandro Guglielmi
aleguglielmi97@gmail.com

 

Sostenere VareseNews vuol dire sostenere l'informazione "della porta accanto". Quell'informazione che sa quanto sia importante conoscere e ascoltare il territorio e le persone che lo vivono.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.