Distretti Urbani del Commercio, un nuovo strumento per lo sviluppo

ASCOM presenta il progetto D.U.C., e avanza le sue proposte per aiutare il commercio in questa fase di crisi generalizzata dell’economia

La nuova frontiera del commercio è arrivata. Un nuovo modo per promuovere il commercio di vicinato, il commercio tradizionale che da secoli anima i centri storici, è stato presentato oggi.  

 

Il progetto dei Distretti Urbani del Commercio, promosso e fortemente voluto dall’Associazione Commercianti del Gallaratese, ha preso forma ufficialmente. Un lavoro preparatorio che dura da oltre due anni, fatto di missioni all’estero per confrontarsi con realtà già collaudate, di un enorme lavoro progettuale di concerto con l’amministrazione comunale in particolare con l’assessore Massimo Bossi, sono serviti per configurare il progetto in tutti i suoi molteplici aspetti. Marco Introini il project manager di ASCOM per i DUC è quindi orgogliosamente arrivato alla presentazione del primo atto formale, la formalizzazione (il giorno 14 gennaio) della partecipazione al bando della Regione Lombardia per i DUC. 

 

Il progetto dei DUC apre indubbiamente un nuovo scenario dell’antica ed affascinante storia del commercio.

 

Ponendo al centro dell’attenzione la vivibilità del centro urbano, offre una modalità totalmente nuova per lo sviluppo del commercio e per la rivitalizzazione dei centri storici. La novità è insita nella trasversalità del progetto che vede tra i suoi attori protagonisti non più solamente i commercianti e la loro Associazione di riferimento l’ASCOM, ma tutti i portatori di interessi della comunità, i proprietari di immobili, le aziende presenti in città, il comitato commercianti centro e l’amministrazione comunale. 

 

ASCOM, che rappresenta oltre il 75% dei commercianti gallaratesi, è da sempre al fianco dei suoi associati, per aiutarli ad innovarsi, a formarsi, per accompagnarli sulla strada dell’eccellenza che da sempre perseguono.

 

Inutile sottolineare che il difficile momento che tutta la nostra economia sta attraversando, provoca delle enormi difficoltà ai nostri associati, ma l’Associazione commercianti non demorde, siamo infatti consapevoli che questo è il momento per rinnovarsi e per mettere in campo nuove idee, il progetto che abbiamo realizzato (ringraziamo anche Confesercenti nella figura del Direttore Dott. Lucchina, che si è aggregata in fase di chiusura del progetto, chiedendoci di partecipare con la fidelity card) aiuterà il commercio, ma di sicuro non ne sarà la panacea, soprattutto in virtù del fatto che la pianificazione è pluriennale e quindi i risultati si vedranno nel medio periodo. 

 

L’accesso al credito e la diminuzione dei costi di gestione per i commercianti, questi sono i punti sui quali l’ASCOM, capitanata dal neo Presidente Delio Riganti, sta alzando prepotentemente la voce. In questo momento di enorme difficoltà finanziaria infatti, tramite ASCOMFIDI, con rinnovate garanzie e condizioni di favore stiamo cercando di favorire l’accesso al credito per i nostri associati per i quali (come per tutti gli imprenditori) la stretta creditizia REALE che le Banche stanno applicando, diventa un serio problema per la sopravvivenza delle attività stesse. 

 

Sul versante dei costi di gestione il nostro impegno si sta rivolgendo verso i proprietari di immobili al fine di cercare di calmierare gli affitti, giunti a dei livelli oramai insostenibili. Stiamo infatti valutando delle azioni che possano favorire gli associati anche in questa direzione.

 

 

 

 

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Gennaio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.