Sostanze d’abuso: vecchi e nuovi fenomeni di dipendenza

Il professor Vincenzo Marino, direttore del dipartimento ASL delle dipendenze, interverrà alle 18,15 di venerdì 26 novembre al Collegio De Filippi

Conoscere per poter reagire e contrapporsi meglio alla diffusione  delle sostanze d’abuso, soprattutto se hanno violato i  confini della famiglia, se hanno coinvolto i nostri ragazzi.
Quello delle dipendenze è un problema  delicato e dai tanti risvolti che  rischia di compromettere salute e futuro delle nuove generazioni ed inoltre  ha costi sociali elevati aldilà delle iniziative sanitarie di cura e recupero.
E’ un fatto che parecchi giovani attentino alla loro salute  con l’uso di stimolanti e droghe e quindi segnino pesantemente  il loro avvenire  perché certamente   avranno problemi  nello studio, nelle relazioni  umane e  in particolare nell’inserimento  nelle  attività   lavorative, di qualsiasi  tipo esse siano.
Per capire, per saperne di più sono importanti la parola e l’esperienza  di coloro che ben conoscono
l’ormai vasto pianeta delle dipendenze ed è per questo motivo che l’Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti  si è rivolta al professor Vincenzo Marino, direttore del dipartimento ASL delle dipendenze, per un autorevole contributo culturale. «L’iniziativa – informa il vice presidente dell’UCID dottor Romano Moroni – è stata presa  anche nel ricordo  della compianta  presidente Alma Pizzi  che l’aveva suggerita e programmata  alla luce della   profonda crisi di valori che travolge le giovani generazioni».
“Sostanze d’abuso: vecchi e nuovi fenomeni di  dipendenza”: questo il  tema che il professor Marino  svilupperà in occasione di un incontro, aperto a tutti, previsto per  le 18,15 di oggi venerdì  26 novembre al Collegio De Filippi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore