Porte sante e indulgenze, il Giubileo in sintesi

Le informazioni principali sul Giubileo straordinario della Misericordia che si aprirà l'8 dicembre, su come partecipare e dove trovare le "Porte Sante"

Buon Compleanno, Papa Francesco! (inserita in galleria)

È sempre più vicino l’atteso momento dell’apertura della Porta Santa alla Basilica di San Pietro a Roma. L’evento darà il via al Giubileo Straordinario della Misericordia voluto da Papa Francesco.

QUANDO – L’apertura della Porta Santa alla Basilica di San Pietro si terrà l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione. Alle 9.30 in piazza San Pietro sarà celebrata la Santa Messa di apertura. Sarà quello l’inizio ufficiale del Giubileo anche se il Pontefice ha celebrato anche una cerimonia “anticipata”, il 29 novembre, con l’aperture di una porta santa nella Repubblica Centrafricana. Il Giubileo proseguirà fino al 20 novembre 2016.
L’ultimo Giubileo risale al 2000, il primo fu nel 1300.

L’INDULGENZA PLENARIA – Per i fedeli l’indulgenza plenaria rappresenta la liberazione dalle conseguenze dei propri peccati. Per ricevere l’indulgenza legata al Giubileo della Misericordia i pellegrini possono recarsi a Roma, alla Porta Santa o in una delle quattro Basiliche Papali della capitale. Ma non solo. Altre Porte Sante saranno aperte in ogni Cattedrale o nelle chiese «stabilite dal Vescovo diocesano», nei Santuari dove si è aperta la Porta della Misericordia e nelle chiese che tradizionalmente sono identificate come Giubilari. Chi non può muoversi, come i malati e gli anziani, può ottenere l’indulgenza anche seguendo la messa da casa, in televisione.

IL TEMA DELLA MISERICORDIA – Quello della misericordia è un tema molto caro a Papa Francesco. Nella Bolla pontificia Misericordiae Vultus il pontefice ha spiegato le ragioni di questo messaggio e indetto ufficialmente il Giubileo Straordinario della Misericordia. Nel testo è presente anche un grande segnale di apertura verso le altre grandi religioni.

LE PORTE SANTE DELLA DIOCESI DI MILANO – A Milano: Duomo, Sant’Ambrogio, Santuario don Gnocchi.
A Varese, Basilica S. Maria del Monte;
A Lecco: Basilica di San Nicolò;
A Rho: Santuario della Beata Vergine Addolorata
A Seveso: Santuario S. Pietro Martire
A Cesano Boscone: Sacra Famiglia
A Bresso: Madonna della Misericordia

LA SICUREZZA DURANTE L’EVENTO – È altissima l’allerta nella capitale in queste giornate e in quelle che seguiranno. In occasione della cerimonia inaugurale del Giubileo il prefetto di Roma ha disposto alcune misure restrittive come il divieto, per tutta la giornata, di trasportare carburanti sul territorio e di sorvolare alcune zone della città. Oltre 2.000 sono gli agenti allertati per garantire la sicurezza durante l’evento e sono stati programmati piani di azione speciali in caso di necessità. In città sono attese, solo per la giornata di apertura, 100mila persone. «Abbiamo tutti i motivi di pensare che c’è garanzia totale nei confronti di tutti i pellegrini che verranno a Roma, ma che ovviamente è necessaria la debita vigilanza come in ogni parte del mondo» ha detto a pochi giorni dall’apertura Monsignor Rino Fisichella.

IL “MODELLO VARESINO” – All’apertura del Giubileo, Roma vuole attivare il 112, numero unico dell’emergenza. Per la nuova impostazione sono stati chiamati gli operatori di Varese che per primi, cinque anni fa, innovarono il sistema

IL SITO UFFICIALE DEL GIUBILEO

COME REGISTRARSI PER PARTECIPARE

IL SITO (VARESINO) PER TROVARE UN ALLOGGIO

 

di
Pubblicato il 06 dicembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore