Arrestati il sindaco Ballardin e l’ex capo dei vigili

Peculato e favoreggiamento: indaga la guardia di finanza. Il primo cittadino, esponente del Pd, finisce ai domiciliari

ballardin bezzolato

Il sindaco di Brenta Gianpietro Ballardin (Pd), ex consigliere provinciale, è stato arrestato questa mattina dalla guardia di finanza. Per lui sono scattati i domiciliari. Lo stesso provvedimento è stato notificato anche a Ettore Bezzolato, ex comandante del consorzio di polizia locale del Medio Verbano, che già la scorsa estate era stato raggiunto da un analogo procedimento. Di recente era stato scarcerato, e oggi è ancora in attesa di giudizio per la vicenda dei servizi di vigilanza effettuati, privatamente, alle Pro Loco. (nella foto, entrambi gli arrestati)

Ballardin è anche il presidente del consorzio di vigilanza che unisce undici comuni della zona del Medio Verbano e il provvedimento giudiziario gli sarebbe arrivato proprio in qualità di responsabile amministrativo dell’ente.

brenta

Nulla trapela dagli inquirenti, ma si tratterebbe delle accuse di peculato per il vigile urbano e di favoreggiamento per il sindaco di Brenta. Al centro dell’inchiesta vi sarebbe un pagamento contestato: una somma di 1600 euro trovata nell’economato del comando di Cittiglio lo scorso ottobre, ma sulla cui regolarità avrebbe eccepito la procura della repubblica di Varese. L’indagine è coordinata dal pm Massimi Politi, ma gli arresti sono stati ordinati dal Gip, su ordinanza. Esisterebbe anche un carteggio su quella somma.

AGGIORNAMENTO ORE 17 E 50

LE ACCUSE: PECULATO E FALSO PER IL VIGILE, FAVOREGGIAMENTO E FALSO PER IL SINDACO

Il segretario provinciale del Pd Astuti ha espresso fiducia nella magistratura. Prudenza e attesa del lavoro dei magistrati è anche la posizione di Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega Nord.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore