Vent’anni senza Fabrizio De André, le iniziative

Il cantautore è scomparso l'11 gennaio del 1999: in tutta Italia iniziative per ricordarlo a vent'anni dalla scomparsa

Fabrizio De Andrè

Vent’anni senza Fabrizio De André. L’11 gennaio 1999, a Milano, moriva Faber, uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi. La sua scomparsa lasciò un grande vuoto nella musica italiana e ancora oggi il suo ricordo è vivo e le iniziative per ricordarlo sono moltissime, in tutta Italia.

De André, il cantautore genovese, è morto all’età di 58 anni all’Istituto dei Tumori di Milano dove era ricoverato da tempo. L’amico Paolo Villaggio, colui che per primo lo soprannominò Faber, fu intervistato da Repubblica nel giorno della scomparsa e queste furono le sue parole: “Era intelligente, geniale, allegro, spiritoso, squinternato, un po’ vanitoso, snob: non era triste, come voleva l’immagine pubblica che gli avevano dipinto addosso. Era un anarchico, grande poeta”.

Fabrizio De André era nato a Genova, nel quartiere della Foce il 18 febbraio del 1940 e ha lasciato una straordinaria discografia: l’ultimo album è Anime Salve del 1996.

LE INIZIATIVE PER RICORDARE DE ANDRÈ 

La PFM-Premiata Forneria Marconi in primavera tornerà sui palchi di tutta Italia con “PFM canta De André – Anniversary”, un tour per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese e riproporre una serie di concerti dedicati a quell’evento. Sul palco una formazione spettacolare, con due ospiti d’eccezione: Michele Ascolese, chitarrista storico di Faber, e la magia delle tastiere di Flavio Premoli. A Legnano farà tappa il 23 marzo, a Milano il 5 maggio.

Cristiano De André invece, presenta il suo nuovo imperdibile tour “Storia di un impiegato”, ispirato al celebre concept album di Faber, che torna così a smuovere le coscienze a 50 anni dalle rivolte sociali del 1968. Un’opera rock con arrangiamenti nuovi, scenografie e proiezioni, che trasformano il live in un vero e proprio spettacolo multimediale. La tappa più vicina è quella di Torino l’11 marzo.

Genova omaggia Faber con una giornata a lui dedicata: venerdì 11 gennaio alla Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale: si parte alle ore 11 con la proiezione non-stop di materiali video – interviste, apparizioni in tv, concerti – realizzata e curata da Vincenzo Mollica in occasione della retrospettiva Fabrizio De André, la mostra realizzata nel 2009 da Palazzo Ducale. Si prosegue, alle ore 14.30, con il tributo a De André del Coro Quattro Canti diretto da Gianni Martini, per arrivare al cuore della giornata, alle ore 15, quando gli ospiti della giornata Dori Ghezzi, Cristiano De André, Gino Paoli, Neri Marcoré, Antonio Ricci, Fabio Fazio, Morgan, Mauro Pagani e Luca Bizzarri ricorderanno Faber raccontando il loro De André. Introducono e moderano Ilaria Cavo e Margherita Rubino, artefici del progetto della Casa dei Cantautori nel complesso monumentale dell’Abbazia di san Giuliano di Genova. A seguire, protagonista sarà il pubblico che, iscrivendosi all’inizio della tavola rotonda, avrà a disposizione il microfono per una breve testimonianza. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Per info, contattare la biglietteria del Ducale al numero 010 8171600.

A Milano, l’11 gennaio, torna nel cuore di Milano il concerto autorganizzato. Quest’anno la Cantata Anarchica per Fabrizio De André avrà inizio alle 20.00: una lunga una notte a cui ognuno può partecipare cantando e suonando le sue poesie. I partecipanti possono portare i più svariati strumenti, dalla chitarra alla fisarmonica, dal violino al bouzouki, dal flauto al mandolino. Chi vuole può portare anche coperte calde e vin brulé.

Sempre a Milano, sul palco dello Spazio La Magolfa (di via Modica, 8) il concerto di  Renato Franchi e l’Orchestrina del Suonatore Jones. La serata si aprirà alle ore 20.00 con una cena a base di piatti genovesi. Durante la cena i partecipanti saranno allietati dalla musica di Antonio Ricci, che proporrà alcuni brani tratti dal vasto repertorio napoletano di Fabrizio De Andrè. Info Circolo Metromondo.

La sera prima, il 10 gennaio, l’appuntamento è invece all’Alcatraz con lo spettacolo “De André 2.0- 1999.2019”.

A Varese il Twiggy vuole ricordare, come da tradizione, il più grande cantante poeta della storia della musica italiana. Appuntamento per la sera dell’11 gennaio con i brani più e meno conosciuti del grande Faber grazie al cantante e chitarrista Riccardo Marini, che da anni si esibisce sulle notte del mitico de André. Ore 21 e 30, ingresso libero.

di
Pubblicato il 09 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore