Varese Giovanissimi, quando l’orgoglio dev’essere più forte della delusione

La piccola e significativa storia dell'Under 15 biancorossa, retrocessa al termine del campionato regionale ma autrice di una grande rimonta sotto la guida di mister Calvia. Nonostante lo sfascio della società

varese calcio giovanissimi 2019

Nella disastrata stagione del Calcio Varese, accanto al naufragio della società e del progetto sportivo sulla squadra senior, c’è spazio per altre storie che non si sono concluse con un buon risultato calcistico ma che meritano di essere toccate per la loro carica di umanità.

Ne è un esempio “l’avventura” affrontata dalla formazione dei Giovanissimi U15 (i ragazzi di classe 2004) impegnati nel campionato regionale A, retrocessi al torneo provinciale a causa dell’ultimo posto fatto segnare nel proprio girone. Ai giocatori biancorossi non è bastata una rimonta che ha dell’incredibile: ultimi con appena due punti al termine del girone di andata, sotto la guida del nuovo allenatore Giancarlo Calvia hanno ottenuto ben 22 punti nel corso del ritorno.

Un bottino che li ha portati a disputare l’ultima partita con la speranza di raggiungere la salvezza; purtroppo il Varese si è trovata di fronte la squadra più forte, l’Alcione di Milano, che ha vinto il girone (73 punti in 30 partite) e giustamente non ha fatto sconti nel turno conclusivo. La partita è finita 0-2 per i milanesi, così i ragazzi biancorossi sono stati costretti a chiudere ultimi. Ma la vittoria è arrivata fuori dal terreno di gioco: nonostante il crollo della società, mister Calvia di Velate (che come molti altri non ha ricevuto alcun compenso) è riuscito a non far perdere neppure un allenamento alla squadra ridando morale e orgoglio all’intero gruppo di giocatori. Le lacrime del capitano del Varese, consolato da un avversario a pochi passi da Calvia (foto in alto), sono allo stesso tempo una immagine di grande delusione, ma di altrettanto grande orgoglio.

Per la cronaca, alle spalle dell’Alcione si sono piazzati gli Under 15 della Varesina, quarti quelli della Solbiatese-Insubria: le due squadre della nostra provincia sono così state ammesse ai playoff insieme alla terza classificata, la storica società milanese Aldini.

FIGLI DI UN GOL MINORE – Tutti gli articoli della nostra rubrica sul “pallone nascosto”

di
Pubblicato il 30 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore