Tra cuccioli e degustazioni, torna Agrivarese in città

Si avvicina il momento di Agrivarese, il cui appuntamento è per domenica 5 maggio: nona edizione varesina della festa dell'agricoltura dedicata alle famiglie

AgriVarese 2018

Si avvicina il momento di Agrivarese, il cui appuntamento è per domenica 5 maggio.

La manifestazione, giunta ormai -nella versione “Agrivarese in città” –  alla nona edizione, è stata presentata ufficialmente questa mattina : organizzata da Camera di Commercio, attraverso la sua azienda speciale Promovarese,  con l’Amministrazione Comunale di Varese  e associazioni di categoria, vede la collaborazione anche di altri enti e organismi del territorio, ed è cresciuta in maniera molto significativa nel corso degli anni.

Generico 2018

«Si tratta ormai di una piacevole tradizione, una bella occasione per mettere in mostra l lavoro dell’agricoltura varesina spesso poco conosciuta – ha commentato il presidente della Camera di Commercio Fabio Lunghi -Agrivarese in città torna forte delle decine di migliaia di persone che, anno dopo anno, hanno affollato gli spazi allestiti in occasione di questa grande manifestazione, Ancora una volta, siamo pronti per far vivere una grande giornata a tutti: non solo cittadini e operatori del settore primario, ma anche dai turisti: anche dal canton ticino grazie ai nuovi collegamenti ferroviari».

«L’evento non è solo una bella vetrina per il mondo dell’agricoltura, ma anche un importante momento di aggregazione per tutte le famiglie – ha aggiunto il sindaco di Varese, Davide Galimberti – Ed è bello scoprire anche grazie a questa manifestazione che Varese è una città sempre più città adatta alle famiglie».

«Grazie ad Agrivarese in città, accendiamo i riflettori su un settore importante legato al mondo dell’agricoltura, della sostenibilità e dell’alimentazione – ha affermato Ivana Perusin, assessore al commercio del comune – Tutti temi centrali in una città come la nostra che possono creare uno sviluppo sostenibile e attento all’ambiente ma allo stesso tempo generare quei meccanismi virtuosi che possono favorire il settore del turismo e rendere ancora più attrattiva la nostra città». 

I GIARDINI ESTENSI REGNO DEGLI ANIMALI

Ancora una volta, gli animali delle fattorie varesine saranno i veri protagonisti di Agrivarese in città: saranno loro ad animare i Giardini Estensi, che faranno da splendida cornice della manifestazione, e le altre zone del centro cittadino.

Qui gli allevatori descriveranno le caratteristiche e le storie collegate alle singole razze proprie degli allevamenti del territorio: cavalli, pony, mucche, capre, pecore, conigli, asini, anatre e galline: ma anche rapaci e animali, come lama e alpaca, che giungono da luoghi lontani e che ora si trovano pure sul nostro territorio e saranno in esposizione per tutta la giornata.

PAROLA D’ORDINE 2019: DEGUSTARE

Nel solco della grande attenzione per il cibo e le bevande, soprattutto artigianali, la parola d’ordine dell’anno è “degustare”: saranno diversi i momenti previsti nelle sale della Camera di Commercio, con accesso da via Bernascone. Alle 15, per esempio, grazie ai produttori del Consorzio Qualità Miele Varesino si potrà assaporare l’ “Oro delle Prealpi” in abbinamento ai formaggi del territorio.

Alle 11 e poi alle 16, invece, gli esperti di UniBirra spiegheranno la se-bar-bi-sag, la “bevanda che fa veder chiaro”, in un percorso storico che andrà dai Sumeri alla Craft Revolution, parlando di ingredienti, tecniche ma soprattutto persone che amano la birra in tutte le sue forme. Ai percorsi è possibile prenotarsi, scaricando il modulo disponibile sul sito della manifestazione.

Non mancheranno gli assaggi dei piatti della Tradizione: a proporli saranno i ragazzi dell’Istituto Alberghiero del Collegio De Filippi di Varese. Guidati da uno chef professionista, faranno gustare alcuni piatti della nostra tradizione: dai Brüscitt bustocchi agli Asparagi di Cantello fino al Gorgonzola che arricchirà la polenta.

Anche l’associazione Panificatori della provincia di Varese sarà presente ad Agrivarese in città, con la propria offerta di pane e prodotti della panetteria e pasticceria da forno, rigorosamente freschi ed artigianali. Non mancherà il laboratorio dove piccoli fornai potranno mettere le mani in pasta guidati da insegnanti e alunni del Centro Formazione Professionale di Varese.

Infine, Saranno distribuiti nei punti informativi della manifestazione gli AgriCoin, sorta di moneta virtuale che, da domenica 5 a domenica 12 maggio, potrà essere spesa sotto forma di sconto nei bar e ristoranti cittadini che hanno aderito all’iniziativa. In alcuni esercizi pubblici, poi, la possibilità dell’AgriMenù a base dei prodotti tipici varesini in occasione della settimana dell manifestazione.

AGRIVARESE RENDE IL CENTRO DI VARESE A MISURA DI PEDONE

Un interessante “effetto collaterale” di agrivarese sarà anche la pedonalizzazione del centro varesino per domenica 5: sarà infatti pedonale tutta l’area in cui si svolgerà l’iniziativa.

In particolare saranno pedonali, e quindi chiuse alle auto, dalle 5 di mattina alle 24 di domenica 5 via Sacco, Corso Moro, piazza Monte Grappa (nel lato compreso tra via Carrobbio e via San Francesco), via Marcobi, via Volta, via Bernascone (nel tratto compreso tra via San Francesco e via Sacco), piazza Ragazzi del ’99, via Sant’Antonio (nel tratto compreso tra via degli Alpini e piazza Motta), piazza Motta, la via Lonati (nel tratto compreso tra piazza Motta e via San Francesco), via Robbioni (nel tratto compreso tra via Sacco e via Del Cairo), via Marconi e piazza Battistero.

Durante la giornata di Agrivarese inoltre, in aggiunta al normale servizio di linea, sarà attivo il servizio gratuito di bus navetta che collegherà i parcheggi dello stadio (piazzale De Gasperi) e quelli di Casbeno (piazza Libertà) all’incrocio tra via Verdi, via Sanvito e via XXV Aprile, per permettere ai visitatori di arrivare nel cuore della manifestazione. Corse previste ogni trenta minuti al mattino, dalle 9.30 alle 14.00, e ogni 15 minuti al pomeriggio, dalle 14.00 alle 20.00.

ATS CON AGRIVARESE IN CITTA’

Anche ATS Insubria aderisce alla fiera dell’agricoltura organizzata da Camera di Commercio: gli esperti del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS Insubriapromuoveranno sani stili di vita attraverso la corretta alimentazione e adeguata attività fisica, fornendo consulenze gratuite sul modo migliore per mantenersi in forma e promuovendo la consapevolezza sullo spreco alimentare. Allo stand, presente per tutta la giornata di domenica 5 maggio, sarà possibile ritirare materiale informativo relativo a prodotti del territorio, corretta alimentazione, “Snack di Attività fisica”, “Spreco alimentare” e prevenzione delle più comuni malattie trasmesse dagli alimenti. Ma ci saranno anche laboratori di disegno per bambini su tematiche relative a salute e sani stili di vita. Gli esperti del Dipartimento Veterinario e Sicurezza degli Alimenti di Origine Animale effettueranno inoltre, su richiesta, la lettura dei chip dei cani al seguito dei proprietari e presenteranno i Corsi “Patentino” per proprietari di cani e/o aspiranti tali e distribuiranno materiale informativo, relativo a adozione consapevole e responsabile del cane e informative relative alle sedi veterinarie, canili sanitari, canili rifugio e modulistica varia, come il modello di richiesta di passaporto.

«Siamo onorati di essere stati invitati ad essere presenti con un nostro spazio alla manifestazione – sottolinea il Dott. Eraldo Oggioni Direttore del Dipartimento Veterinario – E’ una preziosa occasione per promuovere ulteriormente le attività, che rientrano nella mission del Dipartimento Veterinario di ATS Insubria e che è fondamentale condividere con i cittadini e con il territorio, oltre promuovere il welfare degli animali».

RICCHI PREMI PER CHI RAGGIUNGE VARESE IN TRENO

Agrivarese premia la sostenibilità: e per chi verrà in treno – la manifestazione si svolge nel centro cittadino ed è facilmente raggiungibile dalle due stazioni ferroviarie di Varese – ci sarà la possibilità di partecipare al concorso “Agrivarese in città 2019: vieni in treno e vinci!”.

Partecipare al concorso sarà facile: basterà recarsi al punto informativo allestito in piazza Monte Grappa ed esibire il biglietto ferroviario con il quale si è raggiunta la sede dell’evento (o l’abbonamento che includa i giorni festivi). 

Verrà consegnata una cartolina da compilare con i propri dati e con i consensi richiesti per la privacy che dovrà essere imbucata all’interno dell’urna predisposta per il concorso, collocata nel punto informativo stesso.

Entro il 20 maggio ci sarà l’estrazione dei 10 fortunati vincitori, a cui andrà un buono acquisto del valore di 150 euro da spendere in una delle imprese agricole partecipanti ad Agrivarese in città. 

TORNA LA TRADIZIONE DEL RIFUGIO ANTIAEREO APERTO

E’ diventata ormai una tradizione, la riapertura del rifugio antiaereo sotto i giardini estensi in contemporanea ad Agrivarese, e anche domenica 5 maggio il rifugio di via Lonati sarà visitabile per l’intera giornata, dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso ore 17). Il gruppo speleologico prealpino con il supporto delle guide di Archeologistics aprirà le porte del rifugio risalente alla seconda guerra mondiale, solitamente chiuso al pubblico.

Nel rifugio di via Lonati è ancora possibile leggere le scritte che istruivano le persone sulla direzione da prendere o sui comportamenti da tenere all’interno del rifugio, e per l’occasione saranno esposti anche reperti bellici e veicoli militari d’epoca provenienti da collezioni private.

Le visite saranno senza prenotazione per l’intera giornata dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso ore 17), e con prenotazione per famiglie con bambini, alle 10 e alle 11: prenotazione obbligatoria a info@archeologistics.it entro la sera precedente e salvo disponibilità di posti.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore