Nuovo interrogatorio per Fratus ma lui sceglie di non parlare

L'interrogatorio era stato richiesto dal sostituto procuratore Nadia Calcaterra ma il sindaco ha fatto pervenire, dai domiciliari, una memoria per il magistrato

gianbattista fratus sindaco legnano

Il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus è stato convocato oggi, mercoledì, in Procura a Busto Arsizio per essere nuovamente interrogato dal sostituto procuratore Nadia Calcaterra. Il sindaco sospeso, ancora ai domiciliari, si è avvalso della facoltà di non rispondere facendo pervenire all’autorità giudiziaria una memoria per mano del suo avvocato.

Fratus, ai domiciliari dal maggio scorso con l’accusa di turbativa d’asta e corruzione elettorale nell’ambito dell’inchiesta “Piazza Pulita”, ha ritirato le dimissioni rassegnate subito dopo l’arresto.

Oltre all’inchiesta in corso pesa anche la decisione del Tar sulla legittimità dell’intervento del difensore civico regionale che, a fine marzo, ha autorizzato l’intervento di un commissario ad acta per la surroga di un consigliere comunale di Legnano, alla luce della dimissione in massa dei consiglieri di minoranza e due della maggioranza, che avrebbero provocato la caduta della giunta. La vicenda è ora anche all’attenzione della Procura bustocca.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore