Gli storici dirigenti Andreoli, Carrasi e Furigo lasciano il Comune

Andrea Campane, ora a capo dei Servizi alla persona, prenderà il posto della Furigo. Bandi di mobilità per i Servizi alla persona e i Lavori pubblici, per l'avvocatura comunale e corpo di polizia locale verranno assunti dirigenti con un contratto a tempo determinato

Palazzo Estense

Dopo anni di servizio lasceranno il Comune tre storici dirigenti. Si tratta della dottoressa Rita Furigo (Risorse umane, partecipazione e politiche giovanili) e dell’architetto Franco Andreoli Andreoni (Lavori pubblici, infrastrutture e reti) arrivati alle soglie della pensione. Il terzo, l’avvocato Elio Carrasi, vicesegretario generale di via Sacco e responsabile delle Gestioni tributarie e della valorizzazione del patrimonio, proseguirà la sua carriera nella pubblica amministrazione in Regione Lombardia.

I tre “pesanti” addii aprono un percorso di sostituzioni interne e di ricerca di nuove figure, il cui compito sarà quello di portare Palazzo Estense ad affrontare le sfide del futuro. Obiettivo che, almeno secondo i dati emersi sulla prima fase della riorganizzazione, si è già cominciato a inseguire: risultati significativi, infatti, sono stati riscontrati per quanto riguarda la semplificazione, la rapidità di emissione dei provvedimenti, il numero e il valore delle procedure a evidenza pubblica concluse, l’efficienza generale dell’ente.

«Ringrazio personalmente – il saluto del sindaco Davide Galimberti – ciascuno dei tre dirigenti che hanno legato il loro nome a quello di Palazzo Estense. La dottoressa Furigo, prima donna dirigente nella storia del nostro Comune, e l’architetto Andreoli hanno retto diversi settori per decenni; l’avvocato Carrasi poi, dopo l’esperienza al Ministero delle Finanze, ha portato un contributo decisivo ai nostri uffici e ora concluderà la sua carriera a Milano».

«La significativa riorganizzazione che stiamo mettendo in campo – aggiunge l’assessore Francesca Strazzi, le cui deleghe comprendono appunto tanto il personale quanto l’organizzazione del Comune – introdurrà elementi di innovazione, anche alla luce delle moderne sfide che Palazzo Estense deve affrontare. Queste novità fanno fare un ulteriore passo avanti alla macro organizzazione strutturale che avevamo varato nell’ottobre 2016».

La riorganizzazione coinvolgerà anche da un punto di vista delle competenze diversi uffici dell’ente. L’Area II verrà denominata “Risorse umane, Politiche giovanili e servizi informativi” e includerà al suo interno l’unità specialistica “IT Manager e Servizi informativi”, al fine di garantire un deciso governo della transizione digitale dell’ente. Percorso, quest’ultimo, che sarà intrapreso attraverso l’individuazione di consulenti in grado di supportare ulteriormente il Comune e di rendere più efficienti e agevoli i servizi per imprese e cittadini. Al contempo verranno rese più forti le interazioni tra le Politiche giovanili e gli stessi Servizi informativi. L’ufficio Marketing urbano e Sviluppo economico, invece, passerà all’Area I, anche qui per garantire una maggiore sinergia.

All‘avvocatura comunale, ora unita alle mansioni del vicesegretario generale Elio Carrasi, verrà dato un risalto ulteriore, con un ruolo più specifico e diretto. Tale modifica va nell’ottica di intensificare ulteriormente la rappresentanza legale di Palazzo Estense in tutte le giurisdizioni, dalla civile all’amministrativa passando per la tributaria.

Le modifiche strutturali interesseranno anche l‘Area III – Risorse finanziarie, al cui interno verranno collocate le attività di Gestioni tributarie e di valorizzazione e amministrazione del patrimonio. La scelta è motivata dalla volontà di dare un governo unitario alle principali entrate del bilancio comunale, favorendone la verifica e la cura costante e creando di fatto un centro unico per quanto riguarda spese e riscossioni dell’ente. Al dirigente dell’Area verrà anche attribuita la responsabilità dell’ufficio Partecipazioni comunali.

Da ultimo anche il corpo di polizia locale diventerà una unità organizzativa di massimo livello, così da poter garantire un sicuro presidio autonomo. Alla luce di tutte queste novità strutturali seguirà quindi una riorganizzazione del corpo dirigenti. All’Area II, fin qui in capo alla dottoressa Furigo, andrà Andrea Campane, ora a capo dei Servizi alla persona. La scelta tiene conto del passato lavorativo di Campane, che ha già operato positivamente negli uffici di Villa Baragiola. Con il suo spostamento si cercherà quindi un nuovo responsabile per i Servizi alla persona, per i quali verrà istituito un bando di mobilità riservato a personale dirigente già attivo nella pubblica amministrazione italiana e specialista per quanto riguarda i Servizi sociali ed educativi. Altro analogo bando di mobilità è stato istituito per quanto riguarda l’area Lavori pubblici, Infrastrutture e Reti, ora gestita dall’architetto Andreoli. Sia per l’avvocatura comunale che per il Corpo di Polizia locale, invece, verranno assunti dirigenti con un contratto a tempo determinato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore