La strage infinita: muore in cantiere travolto da un muro

E' il sesto morto sul lavoro in meno di una settimana nella sola Lombardia

elisoccorso gemonio

(Immagine di repertorio)

Ennesima tragedia del lavoro, dopo i cinque morti registrati la scorsa settimana nella sola Lombardia.

Questa volta è successo in provincia di Como. Nel primo pomeriggio di oggi, poco dopo le 13.30,  un operaio di 57 anni che stava lavorando nel cantiere per la realizzazione di un tratto di pista ciclabile nel comune di San Bartolomeo Val Cavargna, sulle montagne comasche, è stato travolto dal crollo di un muro.

A nulla sono valsi i soccorsi medici giunti sul posto con il supporto dell’elisoccorso e l’intervento dei Vigili del fuoco di Como. L’uomo è deceduto per le gravi ferite riportate.

Su quanto accaduto e sull’eventuale mancato rispetto delle norme per la sicurezza sul lavoro indagano i Carabinieri di Menaggio e i  tecnici di Ats Insubria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore