Funivia, decaduto il nuovo gestore, gara da rifare

Con un atto ufficiale il Comune rende noto "l'annullamento in autotutela del provvedimento amministrativo"

Monteviasco isolata, vegliano i carabinieri

Manca “la polizza fidejussoria, l’originale del contratto di assicurazione, la distinta di pagamento del relativo premio assicurativo, il conto dedicato e soprattutto l’elenco del personale abilitato e qualificato con allegate le dichiarazioni di disponibilità degli stessi ad operare sull’impianto“.

Anche per questi motivi, riportati in una determina – atto ufficiale dell’amministrazione comunale pubblicata sull’albo pretorio del comune di Curiglia con Monteviasco – la gara per la gestione della funivia dovrà essere rifatta per la decadenza della concessione.

Che vi fossero problemi per la definizione del contratto di gestione, l’aveva fatto capire la sindaca Nora Sahnane già l’estate scorsa e in seguito, nel mese di ottobre, quando tra le righe lanciò l’allarme per l’avvicinarsi dell’inverno e la difficile situazione creatasi fra la proprietà dell’impianto (che è comunale) e gli aggiudicatari della gara.

Questo fino al 12 di novembre, quando la determinazione del servizio tecnico del Comune ha di fatto ufficializzato questa situazione.

La funivia è ferma da un anno e venne posta sotto sequestro dalla magistratura, misura poi revocata con la prescrizione di operare le migliorie sull’impianto segnalate da Ustif (l’ufficio ministeriale sugli impianti a fune) per la messa in sicurezza.

I fondi per questi lavori li avrebbe messi Regione Lombardia, ma non prima che venisse perfezionato il contratto di gestione dopo la vincita della gara d’appalto da parte della cooperativa “Montagna domani“, fatto che non è dunque avvenuto a fronte della decadenza decretata nei giorni scorsi. Nella determina tecnica, firmata direttamente dal sindaco Sahnane si dà inoltre atto che oltre a non aver consegnato nella sua completezza i documenti necessari per la stipula del contratto di appalto, l’aggiudicatario della gara “non si è presentato all’appuntamento per la firma dello stesso contratto “.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore