Quantcast

No compatto del Consiglio comunale mornaghese alla tariffa puntuale Coinger

Mornago fa parte di un fronte compatto e critico della progettualità attualmente proposta dal gestore della raccolta rifiuti Coinger

mornago

Il Consiglio comune di Mornago di martedì 19 novembre, ha espresso all’unisono la propria contrarietà all’approvazione del progetto di tariffa puntuale di bacino così come proposto da Coinger S.r.l.

Nella discussione affronta si è fatta una approfondita disamina della proposta di Coinger, preceduta dalla conferenza dei capigruppo qualche giorno prima.

Durante il confronto sono emerse diverse perplessità e carenze nella proposta progettuale di Coinger. Mornago fa parte di un fronte compatto e critico della progettualità attualmente proposta e che assieme rappresenta il 40,21 % delle quote societarie.

«La votazione unanime del consiglio comunale, va a rafforzare ancor di più la necessità di risposte certe e rapide da parte di Coinger S.r.l. rispetto alle perplessità evidenziate – dichiara Davide Tamborini sindaco del Comune di Mornago – che a nostro giudizio sono fondate, ragionevoli e legittime, soprattutto considerando che la società stessa, fino ad oggi, ha sempre svolto un lodevole servizio per tutti i comuni».

«In sostanza il Comune di Mornago è favorevole all’introduzione della tariffa puntuale – dice Matteo Pettenuzzo consigliere con delega – ma non alle condizioni fin qui espresse da Coinger, invitando l’amministratore unico e il Presidente a riformulare una nuova progettualità che tenga conto delle perplessità fin qui espresse da 10 comuni».

«Il voto favorevole, anche da parte della minoranza consigliare, contro la tariffa puntuale di bacino – chiosa il vicesindaco Gusella Massimiliano – rappresenta inequivocabilmente un valore aggiunto ed un fronte compatto rispetto alla progettualità propostaci fino a qui».

Sulla questione e le motivazioni che hanno portato alla presa di posizione in Consiglio comunale è stata diffusa dall’amministrazione anche una nota stampa:

Sulla scelta di votare contro all’assemblea Coinger hanno influito diverse critiche. in particolare modo si segnala l’introduzione di un sistema di misurazione dei rifiuti a volume e non a peso. Il principio secondo il quale “chi produce di più, paga di più” è un principio encomiabile, lodevole e sicuramente non messo in discussione nelle valutazioni di merito, ma desta perplessità il metodo di misurazione proposto dalla società, ritenendo che lo stesso non rispecchia fedelmente il sopra citato principio.

Inoltre, secondo i dati forniti dal gestore, non è chiara quale sia la prospettiva di costi legati alla tariffazione post introduzione della tariffa puntuale di bacino, in quanto la sperimentazione fatta sul comune di Morazzone adottava una metodologia differente rispetto a quella adottata nel progetto. La stessa inoltre, non comprenderebbe servizi “essenziali” per la comunità quali lo spazzamento delle strade, il recupero degli abbandonati o la pulizia della caditoie stradali.

Inoltre, non è ben chiaro, quali ulteriori costi il comune sarebbe assoggettato rispetto alla produzione di rifiuti da parte di scuole, asili, palestre ne tantomeno i costi addebitati per le associazioni operanti sul territorio nello svolgimento delle loro iniziative, quali le feste patronali o aggregative, di cui il nostro comune ne è ricco.

Critica è anche la posizione in un’ottica più generale di contenimento della spesa pubblica, infatti, l’assunzione di nuovo personale per la gestione della tariffazione, sarebbe un ulteriore aumento di costi per le tasche di tutti i cittadini. Infatti, la gestione anche economica della TARI passerebbe in mano a Coinger S.r.l. ed il Comune di Mornago, verrebbe oltremodo privato anche di quella discrezionalità legata all’articolazione tariffaria come eventuali agevolazioni ambientali, sociali e riparto dei costi fissi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore