Ventisettenne annega a Ispra tra le acque del Lago Maggiore

Dopo alcuni momenti di ricerche i sommozzatorari sono riusciti ad individuare il giovane che è stato tratto a riva dove erano cominciati gli ultimi disperati tentativi di rianimazione

intervento a ispra

Non ce l’ha fatta il 27enne scomparso tra le acque del Lago Maggiore a Ispra, di fronte alle fornaci. L’allarme era scattato intorno alle 16.30 quando il giovane era scomparso sott’acqua.

Immediatamente sono arrivati sul posto gli specialisti del soccorso acquatico dei vigili del fuoco con un battello pneumatico mentre è giunta l’ambulanza e l’elisoccorso da Bergamo.

Dopo alcuni momenti di ricerche i sommozzatorari sono riusciti ad individuare il giovane che è stato tratto a riva dove sono cominciati gli ultimi disperati tentativi di rianimazione. Il 27enne però non ce l’ha fatta e poco dopo ne è stato constatato il decesso. Si chiamava Azizi Sina, originario dell’Afghanistan e residente a Castelveccana.

Sono in corso i primi approfondimenti per capire la dinamica di questa ulteriore tragedia, in particolare se si sia trattato di un malore. Lo scorso venerdì un altro giovane era affogato tra le acque del fiume Ticino a sesto Calende.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore