Quantcast

Lago Maggiore a rischio di esondazione, ecco dove e quando

Una volta raggiunti i 2 metri sullo zero il lago inizierà a rompere gli argini. Ecco dove, centimetro dopo centimetro

Generico 2018

Il livello del Lago Maggiore è tornato a salire. Le forti perturbazioni dello hanno rovesciato nel lago milioni di metri cubi di acqua che potrebbero portare il Verbano a rompere gli argini.

Galleria fotografica

Lago Maggiore, acqua alta ad Angera 4 di 13

Ecco quindi -comune per comune- le principali soglie di esondazione sulla sponda lombarda secondo le altezze che indica il Centro Geofisico Prealpino. Nel leggere l’elenco è bene considerare che dai calcoli del Consorzio del Ticino, quello che controlla la diga della Miorina, i primi allagamenti significativi vengono segnalati a quota 2,48 metri sullo zero idrometrico. Per conoscere i livelli del lago minuto per minuto clicca qui.

Tra i 2 metri e i 2 metri e mezzo

Quando il lago raggiungerà i due metri la prima località in cui l’acqua uscirà è a Monvalle. Qui la acque arriveranno sulla spiaggia comunale e nelle aree di Gurée Beach del Campeggio Lido. A 2 metri e 12 l’esondazione sarà a Laveno Mombello e interesserà in Piazza Caduti del lavoro e lungo Lago del Gaggetto mentre aggiungendo altri 8 centimetri si raggiungerà via Lido e Chiosco Noce ad Angera. Poi il lago raggiungerà Porto Valtravaglia: a 2 metri e 40 sul Lungo lago della Piazza mercato e a 2 metri e mezzo all’imbarcadero.

Tra i 2 metri e mezzo e i 3 metri

A 275 centimetri il lago romperà gli argini sia a Pino nelle zone del campeggio e al livello del molo e sia ancora a Porto Valtravaglia sulla Provinciale 69 davanti al Bar “Il Sole”. Raggiunti poi i 2 metri e 87 il lago raggiungerà Piazza Volta a Laveno Mombello mentre 5 centimetri sotto i 3 metri di altezza il Verbano raggiungerà il lungolago basso all’inizio del Viale Pietro Martire ad Angera e ai giardini comunali e in Piazzale Rapazzini a Ispra.

Tra i 3 metri e i 3 metri e mezzo

A 3 metri a Monvalle Gurée Beach sarà sott’acqua e l’acqua lambirà le abitazioni, a 3 metri e 10 l’acqua sarà in Viale Repubblica ad Angera, a 3 metri e 15 anche Luino sarà raggiunta con il lago nella zona dell’imbarcadero e a 3 metri e 35 primi allagamenti a Germignaga nel parco e campeggio Boschetto. Raggiunti i 3 metri e mezzo si sarà toccata la quota massima raggiunta durante l’esondazione del 2002, soglia toccata il 29 novembre (qui la cronaca di quei giorni).

Tra i 3 metri e mezzo i 4

A 3 metri e 60 saranno raggiunti il lungolago e piazza Libertà a Luino e anche l’imbarcadero degli aliscafi ad Angera mentre 5 centimetri più in su sarà sott’acqua l’imbarcadero di Santa Caterina del Sasso. A 370 centimetri sullo zero il Verbano romperà gli argini in tante località: Sesto Calende in piazza De Cristoforis, Laveno Mombello nel piazzale della stazione, a Ranco sul piazzale del Lungolago e a Luino nell’area dell’imbarcadero. A 3 metri e 75 sarà raggiunto il livello massimo toccato dalla piena del 2014, il 17 novembre.

Lago alto a Laveno (inserita in galleria)
Un’immagine della piena del 2014

Superato quel record e raggiunti 6 metri e 81 centimetri si arriverà alla quota fissata dalla Prefettura di Varese per indicare il livello di esondazione generale del lago.

Sopra i 4 metri

Superati i 4 metri sono poche le località ancora all’asciutto nelle zone più vicine alla costa. A quella quota il lago esonderà in piazza Volta ad Angera, 20 centimetri più su in piazza Liberà a Luino e a 29 centimetri si toccherà il livello massimo della piena del ’93. Più in su, a 4 metri e 35 il lago avrà raggiunto anche Piazza della Vittoria ad Angera e a 40 centimetri sarà toccata la provinciale 69 a Luino. A 4 metri e 70 sarà record storico con il livello massimo raggiunto dall’esondazione del 2000, il 17 ottobre.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 04 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Lago Maggiore, acqua alta ad Angera 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore