Alle scuole di Cocquio Trevisago arriva l’area “pic-nic“

Si tratta di una zona sorvegliata da volontari, al caldo e in cui dopo il pasto è possibile giocare durante l'ora di riposo

cocquio varie

È partito ieri, giovedì, un progetto dedicato ai bambini delle scuole elementari di Cocquio Trevisago per aiutare le famiglie che non hanno potuto aderire al servizio mensa che per problematiche Covid ha visto contingentati i posti a 160 studenti.

Esisteva il problema per i bimbi di quelle famiglie che non sono riuscite ad iscrivere i loro figli al servizio, che ora hanno un luogo dove è possibile consumare i pasti

Nei tre giorni di “rientro“ – lunedì, mercoledì e giovedi – è stata organizzata con la dirigenza scolasrica un’area “pic-nic“ in palestra.

Si tratta di una zona sorvegliata da volontari, al caldo e in cui dopo il pasto è possibile giocare durante l’ora di riposo. In futuro la sorveglianza verrà affidata ad una cooperativa, come accade per il pre scuola.

L’iniziativa è partita dall’asessore alla scuola Monica Moretti in condivisione con amministrazione comunale e la dirigente scolastica: «Ringrazio i volontari che ci hanno dato una grande mano», ha commentato l’assessore, «a breve verrà posizionato anche un forno microonde dove scaldare le vivande»

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.