Ai Mondiali di Innsbruck è il momento di Covi

Il campioncino di Taino (foto Team Colpack) al via della gara U23 di Innsbruck nel giorno del suo 20° compleanno

alessandro covi ciclismo

I Mondiali di ciclismo si avvicinano rapidamente al proprio clou, la prova in linea per i professionisti in programma domenica 30 settembre, con la Nazionale del c.t. Cassani che cercherà di spezzare un digiuno di vittorie che dura da Varese 2008 e dalla “cannonata” firmata da Alessandro Ballan.

Intanto però a Innsbruck (Austria) proseguono le gare inserite nel programma iridato: oggi (giovedì 27) è stata la volta degli juniores (ori al belga Evenenpoel e alla austriaca Stigger, bronzo maschile all’azzurro Fancellu), domani tocca invece agli Under 23, la massima categoria giovanile.

Nell’Italia del commissario tecnico Amadori, una delle punte di diamante sarà targata Varese: al via ci sarà infatti Alessandro Covi, il corridore di Taino che compirà in corsa i suoi 20 anni e che vestirà una maglia azzurra già indossata ai mondiali 2016 in Qatar nella prova a cronometro. (foto Team Colpack)

Se però allora – categoria juniores – la gara servì esclusivamente a fare esperienza, questa volta il giovane varesotto del Team Colpack avrà parte attiva nelle strategie dell’Italia. Difficile fare pronostici, già complicati a livello assoluto dove i ruoli di capitano sono ben definiti: le gare giovanili possono riservare maggiori sorprese. Di certo sullo scacchiere azzurro Covi avrà qualche possibilità di fare da punto di riferimento così come Andrea Bagioli o Alessandro Monaco.

Il giovane tainese arriva all’appuntamento in un 2018 in cui ha corso tanto e si è tolto parecchie soddisfazioni tra gare vinte e la “promozione” tra i professionisti come stager nel Team UAE con cui ha disputato Agostoni e Bernocchi. Ora la grande possibilità iridata in una gara che nella storia ha visto il successo di Ivan Basso nel 1999 e – ma la categoria era “Dilettanti” – gli antichi argenti del bustocco Michele Mara e del varesino Remo Bertoni nel ’28 e nel ’29.

La prova iridata degli U23 sarà corsa su un tracciato di 179,9 chilometri con partenza da Kufstein: i primi 85 chilometri saranno in linea mentre la seconda parte sarà su un circuito che prevede la salita di Igls. Chi avrà gambe, potrà sognare.

Covi convocato in azzurro per i Mondiali di Innsbruck

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 27 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore