MV Agusta straccia il contratto con Romano Fenati

Ufficiale la decisione dell'azienda e di Forward Racing: «Non vogliamo sia lui a riportare la nostra moto nel Mondiale»

giovanni cuzari romano fenati mv agusta motomondiale moto2

Dalle parole ai fatti: se questa mattina il presidente di MV Agusta, Giovanni Castiglioni, era stato durissimo nel giudicare la grave scorrettezza di Romano Fenati (ieri, a Misano Adriatico), nel pomeriggio è arrivato il comunicato ufficiale della casa della Schiranna a cancellare il contratto che la legava al pilota marchigiano per il 2019.

“Fenati non fa più parte del nostro progetto” spiegano in una nota congiunta MV Agusta e Forward Racing, il team diretto da Giovanni Cuzari “alleato” con la marca varesina per il grande ritorno nel Motomondiale nella stagione ventura. (foto in alto: Cuzari e Fenati il giorno dell’annuncio del contratto con MV)

«La grave scorrettezza compiuta da Romano Fenati ai danni di Stefano Manzi, durante la gara di Moto2 del Gran Premio di San Marino […] avrà ripercussioni anche in futuro. Al di là, infatti, della bandiera nera in gara e della squalifica per due GP comminata dalla Direzione Gara, MV Agusta non intende essere rappresentata da Fenati per il 2019. Sarà perciò rescisso l’accordo tra MV Agusta Reparto Corse Forward Racing Team e il pilota Romano Fenati».

Castiglioni ha ribadito in via ufficiale quanto scritto in mattinata su Instagram: «Mai visto un comportamento così pericoloso. Un pilota simile non rappresenta minimamente i valori del nostro marchio e per questo non vogliamo che sia lui a riportare in pista MV Agusta nel Motomondiale».

Altrettanto decise le parole di Cuzari, che tra l’altro è “vittima” del comportamento di Fenati perché Stefano Manzi, il pilota danneggiato, gareggia proprio con le livree della Forward Racing. «La squadra ritiene impossibile iniziare la prevista collaborazione con il pilota ascolano per la stagione 2019. Il gesto di Romano Fenati non è compatibile con i valori sportivi del Forward Racing Team e di MV Agusta. Per questo, pur amareggiati, dobbiamo annullare il progetto con Fenati. Il nostro sport è di per sé già molto pericoloso e ogni gesto che aumenta il rischio per i piloti non è tollerabile».

Il “cattivo”, Romano Fenati, dal canto suo ha emesso un comunicato di scuse per quanto accaduto a Misano Adriatico. «A mente lucida, avrei voluto che fosse stato solo un brutto sogno – scrive il 22enne già licenziato dal Team Martinelli Snipers – Ho fatto un gesto inqualificabile, non sono stato un uomo! Un uomo avrebbe finito la corsa e poi sarebbe andato in Direzione Gara per cercare di ottenere giustizia per i precedenti episodi. Non avrei dovuto reagire alle provocazioni. Le critiche sono corrette e comprendo l’astio nei miei confronti».
Fenati si appella poi alla sua correttezza in pista («uno dei pochissimi che l’anno scorso non hanno ricevuto penalizzazioni») e ribadisce: «La mia intenzione non era certo quella di fare del male ad un pilota come me ma volevo fargli capire che quello che stava facendo era pericoloso e che anch’io avrei potuto fargli delle scorrettezze così come lui le aveva appena fatte a me! Non voglio giustificarmi so bene che il mio gesto non è giustificabile, voglio solo scusarmi con tutti. Ora avrò tempo per riflettere e schiarirmi le idee».

Tempo che, al di là delle sanzioni ufficiali, rischia di essere davvero lungo.

MV Agusta: la follia di Fenati fa infuriare patron Castiglioni

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore