Sos Malnate ringrazia volontari e donatori

La lettera scritta da Massimo Desiante, presidente della onlus malnatese duramente impegnata nel periodo di emergenza sanitaria

sos malnate abbraccio covid

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Massimo Desiante, presidente di Sos Malnate, onlus che è stata molto impegnata nel corso dell’emergenza sanitaria.

In questi giorni in cui possiamo finalmente riprendere fiato, vorrei con poche righe ringraziare pubblicamente il personale della nostra associazione e tutti i nostri donatori che ci sono stati vicini in questi mesi.

Sono orgoglioso di far parte di SOS Malnate; come Presidente posso dire di esser fiero dei miei “ragazzi” e della mie “ragazze”, sia volontari che dipendenti.

Questo il nostro impegno di questi mesi che trovate anche sul nostro sito alla pagina (link):

Tra il mese di marzo e il mese di maggio abbiamo svolto 1002   servizi con ambulanza e mezzi speciali (tra urgenza e ordinari).

Abbiamo svolto servizio presso l’aeroporto di Malpensa per le attività di prevenzione.

Abbiamo dato il nostro supporto con personale volontario alla centrale telefonica della Regione Lombardia per le informazioni inerenti il COVID-19.

Abbiamo svolto attività di vigilanza sul territorio sotto il coordinamento del Centro Operativo Comunale.

Abbiamo svolto attività di sensibilizzazione sui nostri social con la campagna “#resta a casa io non posso”.

Abbiamo continuato a garantire il servizio di telecompagnia e teleassistenza ai nostri assistiti.

Abbiamo garantito l’apertura in sicurezza del centro prelievi tutti i giorni per offrire il servizio a chi doveva fare esami urgenti e salvavita.

Quando è scoppiata questa maledetta pandemia avevo una paura tremenda che, da un momento all’altro, i soccorritori per timore non si presentassero ai turni e quindi per la prima volta nella storia di SOS Malnate avrei dovuto interrompere il servizio.

Fortunatamente così non è stato. Come dei valorosi soldati, prontamente si sono recati al fronte per affrontare una battaglia difficile con un nemico sconosciuto e invisibile. Inizialmente con equipaggiamenti appena sufficienti ma successivamente, grazie al contributo di oltre 200 persone generose che non ringrazieremo mai a sufficienza, siamo riusciti a riempire i nostri magazzini di materiale che rende più sicuro il nostro “lavoro”.

Permettetemi un grazie di cuore a tutti i 274 volontari, 13 dipendenti e i 5 tra medici e infermieri di SOS Malnate per il lavoro quotidiano che fanno, un lavoro poco visibile perché si dà per scontato che si debba fare.

Un lavoro fatto con passione e amore verso il prossimo.

Il Presidente

Massimo Desiante

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore