“SelvatiCittà”: cacciatori fotografici di scoiattoli unitevi!

I cittadini possono dare un contributo al monitoraggio della fauna in città con segnalazioni, avvistamenti, fotografie. Pubblicato il video della prima cattura e del successivo rilascio

SelvatiCittà

La fauna in ambiente urbano è più stressata di quella vive nei boschi? Se sì, in che modo? L’Università degli studi dell’Insubria chiede aiuto alla cittadinanza per raccogliere dati utili allo studio.

Il progetto era stato presentato le scorse settimane e ora, dalla neonata Pagina Facebook “SelvatiCittà_La fauna in ambiente urbano”, si apprende che le prime azioni sul campo sono partite: posizionamento delle mangiatoie e dei cartelli informativi per la cittadinanza. Non solo, è stato pubblicato anche il primo video che mostra un esemplare di scoiattolo rosso catturato e rilasciato.

Raccontano gli organizzatori del progetto dalla bacheca della pagina:

“A Villa Baragiola – Varese, tra il Museo Tattile e Via Borghi abbiamo posizionato alcune mangiatoie con nocciole e noci … e i cartelli informativi relativi al Progetto SelvatiCittà. Analogamente anche a Villa Toepliz la ricerca sugli scoiattoli in città ha preso il via…Sul campo i ricercatori dell’ Università degli Studi dell’Insubria con la collaborazione di Silvia, del corso di  Scienze dell’Ambiente e della Natura ed Elena dell’Università degli studi di Pavia che stanno svolgendo la propria tesi di laurea su queste tematiche…A brevissimo aggiornamenti, stay tuned!”

SelvatiCittà
Mangiatoia a Villa Toepliz

La collaborazione con Università degli studi dell’Insubria e Comune di Varese nasce per favorire la cosiddetta «citizen science»: tutti i cittadini sono chiamati a contribuire con segnalazioni, avvistamenti, fotografie che verranno poi condivise sui nostri canali (giornale e social) e che saranno uno strumento utilissimo per i ricercatori per monitorare e raccogliere dati relativi alla presenza di animali selvatici.

E proprio con il focus sullo “stress degli scoiattoli” prende il via lo studio sulla reazione della fauna alla trasformazione degli habitat e dei paesaggi a seguito dell’urbanizzazione, che ormai da secoli ha ridotto la diversità biologica. «In particolare «SelvatiCittà» analizzerà gli insediamenti stabili di scoiattoli rossi nelle città di Varese e Gallarate , partendo dal dato di fatto – come spiega lo zoologo dell’Insubria Adriano Martinoli – che la loro vita è senz’altro più stressata rispetto a quella dei “cugini” del Parco Del Campo Dei Fiori.  Perché se è vero che probabilmente hanno un minor carico parassitario e più cibo a disposizione, sono anche più infastiditi dal traffico e dalla presenza dell’uomo»

SelvatiCittà
Il rilascio al Parco Bassetti – Gallarate

Ugualmente gradite fotosegnalazioni relative ad altre specie che si possono avvistare nei nostri parchi urbani: i ricercatori saranno contenti di risolvere il mistero delle impronte che scoprirete o di dare un nome a quello strano volatile che riuscirete a immortalare.

Tutti i cittadini possono quindi dare un contributo al monitoraggio della fauna in città con segnalazioni, avvistamenti, fotografie. Come?

SelvatiCittà
I resti di una “merenda”: pigne smangiucchiate da qualche scoiattolo

Se avvistate uno scoiattolo o i segni della sua presenza (come per esempio le pigne “smangiucchaite”) scattate una foto e mandateci un messaggio scrivendoci una mail (redazione@varesenews.it),  sui nostri social o sulla pagina dedicata al progetto SelvatiCittà_ La Fauna in Ambiente Urbano 

Occhi aperti! 

SelvatiCittà
Uno dei cartelli apparsi nei parchi interessati dal progetto

Eleonora Martinelli
martinellieleonora@gmail.com

Con VareseNews voglio contribuire ad una costruzione positiva del senso di comunità. Dare voce alle persone e al territorio, far conoscere il loro valore. Sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.