Uccide un uomo e ne ferisce un altro, italiano ricercato in Svizzera

Antonio Barbieri, 45enne residente a Cannobio, è ricercato da ieri sera martedì 19 agosto per l'omicidio di un turco e il ferimento del fratello

E’ fuggito dopo aver ucciso con un colpo di pistola un turco di 30 anni ed aver ferito il fratello gravemente. Ora è ricercato, dalla serata di martedì 19 agosto in tutta la fascia di confine tra Italia e Svizzera, Antonio Barbieri, un italiano di Cannobio con pregiudizi di polizia per rapina. L’uomo, 45 anni, viveva a Losone, cittadina a pochi chilometri da Locarno, e avrebbe ucciso uno dei due fratelli che si erano presentati a casa sua per chiedere conto del danneggiamento dell’auto di uno dei due.

L’uomo non ci ha pensato due volte, è sceso e ha fatto fuoco con l’intenzione di uccidere. La vittima della sparatoria è Ersan Ozkan, un turco di 30 anni che abitava a Camorino. Suo fratello, Ajhan, 35 anni, che è stato gravemente ferito ma non è più in pericolo di morte, risiede a Losanna e si trovava in Ticino in visita ai famigliari. Alle dogane di Zenna, Ponte Tresa e agli altri valichi la Polizia ticinese sta intensificando i controlli e numerosi sono i posti di blocco sulle arterie verso l’Italia. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore