Yamamay in trionfo anche a Pavia

Le bustocche vincono il Memorial Poma con due netti 3-0 su Piacenza e Modena e ottengono la qualificazione ai quarti di Coppa Italia

Come antipasto della stagione “vera” non è niente male: la Yamamay vince il Memorial "Celestino Poma", ultimo appuntamento della Round Robin League, e chiude così al primo posto la classifica del fantasioso torneo pre-campionato ideato dalla Lega femminile. Con questo risultato le bustocche, che avevano già vinto anche il torneo Rebecchi a Piacenza, si assicurano la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia (9-23 marzo 2011); obiettivo che per la verità era stato già centrato nel pomeriggio di sabato grazie alla vittoria per 3-0 su Piacenza, l’unica avversaria diretta in campo a Pavia. La squadra di Parisi ha poi completato l’opera battendo in tre set anche una Liu Jo Modena priva dell’ex Fernandinha e portandosi a casa il trofeo messo in palio dalla Riso Scotti.

In semifinale la Yamamay aveva dominato il primo set (7-2, 13-7, 23-18) soffrendo poi nel secondo il ritorno di Piacenza dal 16-13 al 17-17 e imponendosi grazie a un ace e un attacco di Havelkova. Nel terzo set equilibrio fino al 14-13, poi il break decisivo firmato da Havelkova e Campanari (22-16) e la chiusura con un errore di Brussa per il 25-21.
Buono anche l’avvio della finale contro Modena: subito 8-5 e poi 11-8 con Campanari, ma le avversarie rimontano fino al 12-12. L’equilibrio si spezza grazie ad Havelkova (20-17), Harmotto riporta ancora in parità le modenesi a quota 22, ma due muri di Meijners e Crisanti chiudono il primo set sul 25-23. Dopo le difficoltà iniziali nel secondo set (0-3), la Yamamay recupera sul 7-7 e si stacca di nuovo sul 16-13, ancora grazie a Campanari; Meijners allunga sul 19-15 e poi va a chiudere da seconda linea per il 25-19. Anche il terzo set è sulla stessa falsariga: Modena avanti 2-4, Busto ribalta il risultato sul 9-8 e prova la fuga sul 16-11 sempre con i muri di Campanari. Meijners con due attacchi di fila firma il 21-16, Havelkova si procura 4 match point e chiude al terzo tentativo.
Al di là del risultato, comunque rilevante, dal torneo pavese emerge soprattutto lo stato di forma sempre più convincente delle "farfalle", che in finale hanno recuperato anche Lucia Crisanti (ottima la sua intesa con Serena) dopo aver schierato già nella gara di sabato Helena Havelkova. Unico dubbio quello sulla condizione di Aneta Havlickova, tenuta ancora a riposo da Parisi: l’ultima occasione per vederla all’opera prima del campionato sarà il Trofeo “Bruna Forte” di giovedì 25, quando al PalaYamamay le biancorosse ospiteranno le polacche dell’Atom Trefl Sopot.
 
Memorial Poma – Semifinali
Yamamay Busto Arsizio-Rebecchi NordMeccanica Piacenza 3-0 (25-20, 25-21, 25-21)
Busto: Carocci (L), Valeriano ne, Kim ne, Marcon 12, Bauer 13, Meijners 16, Campanari 11, Serena 12, Crisanti ne, Havelkova 5. All. Parisi.
Piacenza: Mazzocchi (L), Pizzasegola ne, Dall’Ora 7, Segalina ne, Dall’Igna, Borrelli 9, Nicolini 7, Catena ne, Kajalina, Tirozzi 7, Brussa 9. All. Chiappafreddo.
Riso Scotti Pavia-Liu Jo Modena 1-3
 
Finale
Yamamay Busto Arsizio-Liu Jo Modena 3-0 (25-23, 25-19, 25-22)
Busto: Carocci (L), Valeriano ne, Kim ne, Marcon 7, Bauer, Meijners 19, Campanari 6, Serena 4, Crisanti 9, Havelkova 16. All. Parisi.
Modena: Bacchi 9, Paris (L), Fernandinha ne, Guatelli 1, Paggi ne, Ciabattoni ne, Devetag 5, Matuszkova 12, Partenio, Balboni 2, Harmotto 7, Secolo 12. All. Sazzi.
Finale per il terzo posto: Rebecchi NordMeccanica Piacenza-Riso Scotti Pavia 3-1

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore