Capecchi batte tutti al GP Lugano

Il corridore della Liquigas arriva da solo al traguardo; Cunego regola il gruppo, De Maria (10°) primo varesino. Basso si ritira dopo 130 chilometri

Come l’anno scorso è un uomo della Liquigas-Cannondale a vincere il Gran Premio di Lugano di ciclismo: questa volta però non è Ivan Basso a salire sul podio bensì il più giovane compagno Eros Capecchi, una delle "mezzepunte" a disposizione quest’anno dello squadrone verde-blu. Capecchi, 25enne perugino di Castiglion del Lago, è arrivato tutto solo sul traguardo posto sul lungolago, precedendo di 5" il gruppo regolato da un Damiano Cunego (Lampre-Isd) apparso già in ottima forma. Il podio è stato completato dal giovane Enrico Battaglin (Colnago-Csf) mentre Giuseppe De Maria (Team Idea) è stato il primo tra i corridori varesini e ha chiuso in decima posizione.
Niente da fare invece per Ivan Basso che dunque non è riuscito a confermare il titolo di campione in carica della classica ticinese; il campione di Cassano Magnago, in gara con il dorsale numero 1, non è ancora in perfetta forma e ha preferito ritirarsi dopo 130 chilometri di fatica. Nulla di preoccupante ma – ha fatto sapere Ivan – uno stop concordato con il team manager Amadio, con il ds Scirea e con il medico sociale: proseguire non avrebbe avuto senso e avrebbe rischiato di compromettere i prossimi impegni.
Cunego a parte, gli altri "big" impegnati a Lugano non hanno trovato una gran giornata: detto di Basso, problemi anche per Evans e Scarponi, ambedue all’esordio agonistico del 2012. L’australiano è giunto all’arrivo staccato, il marchigiano è caduto nella fase finale ma pare non aver subito infortuni seri. A Lugano si è anche rivisto Danilo Di Luca che ha esordito nelle fila dell’Acqua&Sapone.

Gp Città di Lugano (178 km)
Ordine d’arrivo: 1) Eros CAPECCHI (Ita-Liquigas); 2) Damiano Cunego (Ita-Lampre) a 5"; 3) Enrico Battaglin (Ita-Colnago); 4) Gnodza (Adria Mobil); 5) Santambrogio (Bmc); 6) Brambilla; 7) Reda; 8) Felline; 9) Mugerlj; 10) De Maria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 febbraio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore