Dalla Birmania a Varese, il giro del mondo dei Presepi

Vengono dalla vicina Svizzera alla Turchia, passando per la Birmania, il Kenya e da altre regioni italiane, come la Campania e la Liguria. Saranno in mostra nella sala di piazza Luraschi fino all'11 gennaio

E’ giunta al nono anno, ma considerato l’entusiasmo degli organizzatori siamo sicuri che non sarà affatto l’ultima edizione: stiamo parlando della, mostra dei presepi di Porto Ceresio che da oggi apre i battenti. Fino all’11 gennaio, nella sala mostre di piazza Luraschi, accanto alla biblioteca, oltre ottanta presepi sono pronti a essere ammirati da tutti i visitatori che vorranno addentrarsi nella magia del Natale. «La mostra dei presepi di Porto Ceresio è nata nove anni su desiderio di Aralda Paglini – raccontano gli organizzatori – la cittadina di Porto Ceresio aveva voluto creare qualcosa di bello dalla sua passione per i presepi e così è nata la mostra. Purtroppo la signora Paglini è venuta a mancare due anni fa, ma il gruppo sta portando avanti quest’attività. Siamo circa in 7/8 e altri ci danno una mano, anche a presenziare durante i giorni di apertura della mostra». Gli organizzatori tengono a rimarcare come tutto sia svolto a costo zero: «Il vero miracolo è che tutto si fa gratis: lo sa il cielo come ci riusciamo, ma noi ne siamo molto felici».

Galleria fotografica

Presepi da tutto il mondo a Porto Ceresio 4 di 12

                     GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DEI PRESEPI

Le opere esposte sono tante e diversissime fra loro, si va da rappresentazioni della Natività più tradizionali ad altre in cui la fantasia degli appassionati di presepi ha preso il sopravvento: presepi di terracotta; solo disegnati; realizzati con le cialde del Nescafé; con le foglie di granoturco; con il polistirolo; all’interno di una zucca; con la carta dei cioccolatini; con il fil di ferro, solo per fare qualche esempio. Diversi materiali, ma non solo, anche diverse provenienze: “Abbiamo presepi da diverse parti del mondo: dalla vicina Svizzera alla Turchia, passando per la Birmania, il Kenya e altre regioni italiane, come la Campania e la Liguria. Non dimentichiamo però la nostra Porto Ceresio: uno dei presepi a cui teniamo di più è quello che ritrae sullo sfondo la facciata della Chiesa di Porto. Riusciamo a raccogliere tutte queste opere con il passaparola e perché tante persone dopo aver visitato la mostra ci contattano l’anno dopo per donarci il loro lavoro: l’eterogeneità dei presepi qua raccolta ispira tanti visitatori a creare a loro volta qualcosa di speciale”. Degna di menzione l’opera di alcuni detenuti del carcere di Varese: “Grazie ad alcuni cittadini di Porto Ceresio che fanno volontariato in carcere, un gruppo di detenuti ci manda ogni anno un presepe realizzato da loro: è una delle opere più interessanti della mostra”. Si sente spesso dire che l’atmosfera natalizia non si avverte più come un tempo: chi si recherà nella sala mostre di piazza Luraschi a Porto Ceresio potrà sicuramente risentire tutta la magia del Natale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2014
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Presepi da tutto il mondo a Porto Ceresio 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore