ascolta le notizie del giorno

Tra i big del “Romandia” spuntano due varesini

Ivan Santaromita (Orica) ed Eugenio Alafaci (Trek) al via della corsa a tappe svizzera che scatta oggi - martedì 28 - con la cronosquadre

ivan santaromita orica greenedge apertura ciclismo

Terminata la classicissima “campagna del Nord” con la Liegi di domenica scorsa, vinta alla grande dallo spagnolo Valverde, il circuito principale del ciclismo punta ora verso il Giro d’Italia, prima delle tre grandi corse a tappe della stagione, che scatterà il prossimo 9 maggio con la cronosquadre tra San Lorenzo al Mare e Sanremo.

Sulla strada che porta al Giro però si incontra il “Tour de Romandie”, appuntamento che si disputa a partire da oggi in Svizzera con diversi grandi nomi ai nastri di partenza. Ci saranno infatti Nibali e Quintana, Froome e Martin, Hesjedal e Rui Costa, Uran, Majka, Gesink e Rolland solo per citare alcuni dei capitani impegnati in terra elvetica. Tra gli altri iscritti però spuntano anche due corridori varesini intenzionati a ben figurare: si tratta di Ivan Santaromita ed Eugenio Alafaci, pronti a difendere i colori rispettivamente di Orica-GreenEdge e Team Trek.

Tra i due il 31enne ex campione italiano è quello più interessato alla classifica finale: l’Orica (c’è anche Albasini, lo svizzero re dell’ultima Tre Valli) punta proprio su Santaromita per entrare tra i primi della generale e già dalla cronosquadre odierna – 19,2 chilometri tra La Vallée de Joux e Juraparc, leggera salita nel finale – potrebbe ottenere un risultato importante. Alafaci pedalerà invece con due obiettivi: affinare la gamba in vista del Giro e pilotare l’altro italiano della Trek, Giacomo Nizzolo, nelle tappe adatte alle ruote veloci.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Aprile 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.