Rapina in Svizzera, confine chiuso e frontalieri bloccati

Dalle 17.30 alle 19,30 di oggi centinaia di frontalieri bloccati al confine con la Svizzera a Lavena Ponte Tresa

Dalle 17.30  fino alle 19.30 di oggi centinaia di frontalieri sono rimasti bloccati al confine con la Svizzera a Lavena Ponte Tresa.

La guardia di confine ha chiuso il valico dopo una rapina alla Raiffeisen di Monteggio, e si sono subito creati disagi alla circolazione con lunghe code in entrata verso l’Italia. Avarie

“Si passa solo a piedi – dice il sindaco di Lavena Ponte Tresa Massimo Mastromarino intervenuto sul confine per vedere come sbloccare la situazione di grave disagio che si è creata – E’ una cosa pazzesca e intollerabile che si tengano letteralmente in ostaggio le persone al di là del confine”.

Migliaia i lavoratori frontalieri che sono rimasti bloccati per ore al confine. Alcuni, avvertiti del disagio, sono riusciti a ritardare la partenza ed aspettare nei rispettivi uffici evitando di mettersi in coda. Per chi si è trovato imbottigliato, senza possibilità di andare nè avanti nè indietro, si è trattato di una vera e propria serata da incubo.

Della situazione, che si è sbloccata  solo verso le 19.30 anche grazie all’intervento del sindaco, è stato avvertito il Prefetto.

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore