Armenia, storia di un popola e del primo genocidio del ‘900

Parlerà il professor Aldo Ferrari, docente di Armenistica e Caucasologia e di Storia dell’Europa Orientale presso l’Università Cà Foscari di Venezia

Avarie

L’Associazione Amici del Liceo di Luino, la Parrocchia Prepositurale SS. Pietro e Paolo di Luino, il Liceo “Sereni”, in collaborazione con l’ AISU e col patrocinio della Banca Popolare di Bergamo-UBI Banca e della Città di Luino, hanno organizzato un’interessante conferenza dedicata all’Armenia.

L’incontro pubblico aperto a tutti si terrà questa sera venerdì 3 febbraio alle 18 presso la sala conferenze della Banca Popolare di Bergamo-UBI Banca (Viale Piero Chiara 9 a Luino).

Il titolo del convegno è “Armenia, storia di un popolo e del primo genocidio del ‘900” e vedrà come relatore il prof. Aldo Ferrari, docente di Armenistica e Caucasologia e di Storia dell’Europa Orientale presso l’Università Cà Foscari di Venezia.
Moderatore sarà il dott. Alessandro Franzetti, cultore della materia di Linguistica e Semiotica e dottorando di ricerca in Diritto e Scienze Umane presso l’Università degli Studi dell’Insubria.
L’area di ricerca del prof. Ferrari riguarda gli studi storici e le relazioni internazionali dell’Europa orientale, del Caucaso, dei paesi islamici e dell’Asia Centrale.

«L’Armenia è stato il primo paese, nel XXX secolo, a convertirsi al cristianesimo e ha una storia millenaria, fatta di una cultura straordinaria, di monasteri su alture stupende e costituisce un vero ponte tra Oriente e Occidente- dichiara il portavoce degli Amici del Liceo Alessandro Franzetti- nel 1915 l’Impero Ottomano allora in dissoluzione commise un orribile crimine contro l’umanità portando a compimento il genocidio del popolo armeno, causando circa 1,5 milioni di vittime innocenti».

«Purtroppo per troppi anni non si è parlato di questo primo genocidio del ‘900, che fu un terribile prologo dei tanti genocidi del ‘900, tra cui la Shoa. Alcune fonti storiche affermano che Hitler ai suoi gerarchi disse “come nessuno ha saputo dell’eliminazione del popolo armeno, nessuno saprà di quella degli ebrei”. Fortunatamente si sbagliava e oggi tutti sanno della Shoa e ricordiamo ogni anno la Giornata della Memoria. Ancora troppo pochi sanno del genocidio armeno perpetrato dai Turchi e quindi occasioni come questa sono utilissime per far conoscere la verità storica», conclude Franzetti.

Il convegno vedrà al mattino un’assemblea al Teatro Sociale per le classi quarte e quinte del Liceo “Sereni”.
All’iniziativa ha partecipato fin da subito il prevosto e decano di Luino, don Sergio Zambenetti, che plaude all’iniziativa e da sempre crede al lavoro di squadra tra realtà religiose, culturali e sociali della Città.
“Mentre molti cercano vie per il dialogo e la pace, fermarsi a conoscere la storia del popolo armeno e il genocidio subìto all’inizio del ‘900 può aiutarci a riflettere sulla nostra capacità di costruire la civiltà dell’amore”, commenta don Sergio.
L’invito è dunque a tutti di partecipare per conoscere questa pagina triste del ‘900.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.