Tambone torna protagonista, Cain è una garanzia

I canestri finali di Gatto (nella foto) e Verri sono la ciliegina sulla torta di una buona prova collettiva della Openjobmetis. Otto assist per il play, sette quelli di Avramovic

openjobmetis rilski

ARCHIE 6,5 – Non si spreme alla morte ma offre diverse cose utili alla causa. Qualche bel taglio per ricevere assist a zero metri dal canestro, una bella conclusione “galleggiante” da linea di fondo, gambe piegate il giusto. Nulla di memorabile, ma va bene lo stesso.

Galleria fotografica

Fiba Europe Cup - Openjobmetis - Rilski 4 di 30

AVRAMOVIC 7 – Dà l’impressione di poter fare ciò che vuole contro una difesa che, di fronte alle sue accelerazioni, sembra fatta di birilli vestiti di blu. Alla fine tutto sommato si amministra ed è bravo a mandare a segno i compagni: 7 assist, anche se in regia non è certo un play convenzionale.

IANNUZZI 6 – La prima metà di gara non porta segnali confortanti dalle sue parti. Quando poi Cain va a sedersi definitivamente, con notevole bottino personale, il pivot italiano trova maggiore continuità e chiude con il miglior dato a rimbalzo: nove.

NATALI 7 – Bella prova dell’ala toscana che si presenta con un paio di triple “rotonde” e che lavora molto bene a rimbalzo, specie offensivo. Quasi 25′ sul parquet, assolutamente meritati.

SCRUBB 6,5 – Ritrova quella mano morbida che aveva smarrito a Reggio Emilia: tre i canestri pesanti messi a segno dal canadese, forse “gasato” da una bandiera con la foglia d’acero esposta in curva.

TAMBONE 7,5 – Dopo tante partite complicate, va a prendersi la palma del migliore in campo: doppia cifra ai punti (11), la bellezza di 8 assist, lo stratosferico +27 nel plus/minus e tanta vivacità in difesa (tirata d’orecchie ai rilevatori: impossibile che abbia una sola recuperata all’attivo).

CAIN 7,5 – Garanzia che non scade mai: 17 punti e 7 rimbalzi in 18′ di gioco, con 7/9 al tiro e 3/3 in lunetta contro il volenteroso e atletico Jenkins, costretto a tornare in aeroporto con il taccuino pieno di appunti su come si domina in area colorata. MVP per i nostri lettori.

FERRERO 6,5 – Falli a ritmi zanusfortesiani in avvio: 3 in 3′. Costretto dalle penalità a ridare spazio ad Archie, quando poi viene impiegato risponde molto bene valicando anche la doppia cifra (11 alla fine).

BERTONE 5,5 – Un paio di bei canestri ma anche l’impatto più leggero tra tutti i biancorossi impegnati con continuità. Si piglia subito una tripla di Marinov in faccia, concede un 2+1 in modo goffo e viene panchinato da Caja per punizione. Poi, alla lunga, mette insieme qualcosa di buono sostenuto dalla voce dei tifosi. Per ora resta, ma deve migliorare a tutti i costi.

GATTO/VERRI 7 – Non è un voto vero e proprio – 2′ a partita finita – ma un complimento: entrano e segnano. Il pivot in rovesciata, la giovane guardia (anche una recuperata) dalla media distanza. Bravi.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Fiba Europe Cup - Openjobmetis - Rilski 4 di 30

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore