Crisi GranCasa, salta l’accordo al Mise. A rischio 158 lavoratori

Si è concluso con un nulla di fatto il tavolo di crisi per scongiurare il licenziamento di una parte dei dipendenti del gruppo che gestisce 15 negozi in varie zone d'Italia

grancasa

La trattativa al Ministero dello Sviluppo Economico sui licenziamenti Grancasa si è chiusa senza accordo e ora per 158 lavoratori del gruppo che ha sede a Legnano e punti vendita sparsi in tutto il nord e centro Italia si fa più concreta la possibilità di perdere il posto di lavoro.

Senza accordo, infatti, Grancasa avrà mano libera per inviare le lettere di licenziamento entro 120 giorni (a partire da oggi) ai dipendenti che verranno dichiarati in esubero.

Lo dichiarano i sindacati Fisascat Cisl e Filcams Cgil a Legnanonews

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 07 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore